F1, Nico Rosberg: “Tra me e Lewis c’è rispetto. Ma riuscire a batterlo è stato fantastico”

Impegnato in un lungo giro del mondo, portando sempre con sè l’ambitissimo trofeo di Campione del Mondo di Formula 1 conquistato in quel di Yas Marina, Nico Rosberg si sta godendo la vita, soprattutto dopo aver preso la decisione di lasciare il Circus. Intervistato dalla BBC, comunque, il tedesco è tornato sul suo rapporto, a tratti burrascoso, con Lewis Hamilton.

Nico Rosberg, immortalato con l'ormai inseparabile trofeo di Campione del Mondo (foto da: generace21.cz)
Nico Rosberg, immortalato con l’ormai inseparabile trofeo di Campione del Mondo (foto da: generace21.cz)

E’ sempre stato un rapporto molto duro, ma spiegato dal fatto che, quando corri nello stesso team, con la monoposto migliore, giocandoti il titolo tutte le domeniche, tutto ciò è normale” – dice l’ex pilota Mercedes – “E’ chiaro che possano esserci alti e bassi“.

Adesso, però, tutto sommato le cose vanno bene tra di noi” – continua Nico – “Tutto quello che abbiamo passato ha contribuito a fondare il nostro rapporto su un rispetto reciproco maturato sin da quando, a 14 anni, ci sfidavamo nei kart. All’epoca la nostra amicizia era davvero ottima. Questo ha fatto si che il nostro duello restasse corretto e adesso possiamo anche scherzarci su. In futuro, potremmo anche tornare com’eravamo una volta“.

Conclude Rosberg: “Detto ciò, non posso negare che riuscire a batterlo abbia reso il mio Mondiale ancora più dolce e speciale. Lewis è un combattente nato, fortissimo, uno dei migliori piloti e un rivale eccezionale“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo