F1 Messico 2017, Hamilton apre a Ricciardo: “Mi piacerebbe averlo come compagno”

E’ tutto pronto in casa Mercedes. Dopo aver festeggiato con tre gare d’anticipo la scorsa settimana ad Austin il titolo Costruttori, a Città del Messico può essere il turno di Lewis Hamilton, pronto a fregiarsi del quarto alloro iridato in carriera, dopo quelli conquistati nel 2007, nel 2014 e nel 2015. Più che sul discorso mondiale, ormai in cassaforte, l’inglese guarda avanti e manda messaggi chiari a Daniel Ricciardo.

Lewis Hamilton è pronto a vincere il suo quarto Mondiale. In Messico, con Vettel vincitore, gli basterebbe arrivare 5° (foto da: newseleven.in)

Daniel è un pilota fantastico e sarebbe un privilegio correre contro di lui. E’ un grande personaggio, ha un approccio molto positivo, che trasmette un’ottima atmosfera all’interno della sua squadra” – dice Hamilton riferendosi al pilota Red Bull – “E’ cool, ed è un pilota molto interessante. Ha detto che vorrebbe correre con me, e lo prendo come un complimento, perché non tutti credo vogliano farlo. In questo momento ha un grande pilota come compagno di squadra (Verstappen) e penso che debba lavorare molto per riuscire a stargli davanti. Per prima cosa devi sempre battere il compagno di squadra, poi ti confronti con gli avversari esterni“.

Quindi l’inglese parla anche di Fernando Alonso: “Ho già corso contro di lui, e lo considero il migliore qui nel paddock. E ci sono altri grandi piloti con cui sarei felice di correre. Oggi nel team abbiamo un ottimo pilota come Valtteri, che ha portato positività” – continua Lewis – “Non avrei problemi con nessuno, purché contribuisca a mantenere serenità nel team. L’armonia è fondamentale per il successo di una squadra, e permette a tutti di essere soddisfatti di ciò che fanno“.

Sulla gara, Hamilton vuole vincere il titolo trionfando anche in Messico: “Sono concentrato per fare il meglio. Ad Austin mi sono divertito tanto e non vedo l’ora di farlo anche qui. Sinceramente, non voglio correre qui in Messico, arrivare quinto e vedere gli altri festeggiare sul podio. Voglio conquistare qui il Mondiale, salendo sul gradino più alto del podio“.

Valtteri Bottas, dal canto suo, sottolinea la fortuna di essere in un team come la Mercedes: “Sono davvero fiero di correre per questo team. È una splendida sensazione far parte di un team che vince il campionato e di aver fatto parte di questo successo, un successo di squadra. Con un cambiamento di regolamento così corposo, tornare a vincere dimostra la forza di questo team ed io sono fiero di farne parte“.

Sono riuscito a capire cosa non è andato nelle ultime gare. Ho trovato aspetti positivi anche riguardo la prestazione di Austin, anche se il risultato non è stato granché” – continua Bottas – “E’ questione di dettagli, Un po’ è lo stile di guida, un po’ l’assetto, cose che sto continuando ad imparare di gara in gara. Per questo credo davvero di poter tornare su un buon livello prima della fine dell’anno. Lewis è stato sul pezzo tutto l’anno ma in particolare dopo la pausa estiva. Ha estratto regolarmente il massimo dalla macchina, trovando il migliore assetto“.

Bottas, incalzato dai giornalisti presenti, continua nella sua spiegazione: “Io ho faticato a trovare l’assetto ottimale, spesso sono andato nella direzione sbagliata. Questa macchina va guidata in modo un po’ contrario rispetto al mio stile di guida. Ci sono vari aspetti, la gestione delle gomme, come ti prepari al giro di qualifica. In gara ad esempio io ho faticato di più con la gestione delle gomme. Ci stiamo lavorando. Io sono sempre riuscito nella mia carriera a migliorarmi step-by-step. Devo proseguire nel mio lavoro e continuare a migliorare rapidamente per concludere bene la stagione“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo