F1, la Honda vuole equipaggiare un secondo team nel 2018

L’addio di Ron Dennis potrebbe comportare un altro fattore di novità. Sin dall’ufficialità del ritorno di Honda in Formula 1 come motorista, Dennis aveva premuto per tenere la McLaren come fruitrice esclusiva dei propulsori nipponici. Con la sua uscita di scena, la Casa giapponese può andare più liberamente a caccia di un secondo team da motorizzare. E’ quanto ha affermato Yusuke Hasegawa, responsabile motorsport Honda, in un’intervista ad Autosport.com.

Yusuke Hasegawa, responsabile motorsport della Honda (foto da: blog.livedoor.jp)
Yusuke Hasegawa, responsabile motorsport della Honda (foto da: blog.livedoor.jp)

La nostra volontà è quella di averne la certezza al massimo entro il GP di Monaco 2017” – dice Hasegawa – “In quel periodo, quest’anno, Red Bull e Toro Rosso annunciarono che avrebbero utilizzato il propulsore della Renault. Per noi è come una deadline, ma chiaramente prima ne avremo l’ufficialità e meglio sarà“.

Hasegawa sottolinea come, grazie ai miglioramenti della PU nipponica, più squadre si siano mostrate interessate ad una fornitura futura. “Stiamo discutendo della possibilità di cooperare e di fornire il propulsore, ma non abbiamo avuto trattative fisse. C’è stato solo un interesse formale, finora. I clienti Mercedes non hanno molta voglia di passare con noi e, per convincere qualcuno, dobbiamo migliorare ulteriormente il nostro pacchetto. Fino a quel momento, non credo ci saranno richieste concrete. Riuscire a fornire il propulsore ad un secondo team sarebbe fondamentale, in modo da avere più dati ed individuare in anticipo possibili disastri“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo