F1, la Honda rilancia: “Abbiamo quasi raggiunto il propulsore Renault”

Anche il 2017 non potrà essere ricordato con piacere dagli uomini della Honda. Come nelle due annate precedenti, anche quella in corso e in via di conclusione ha riservato al motorista giapponese solo delusioni, ben lontane dai fasti di fine anni ’80 inizio anni ’90 che a Sakura, insieme con la McLaren, volevano rinverdire. Tutto ciò ha portato al divorzio con il team di Woking, spingendo i nipponici a stringere una nuova partnership con la Toro Rosso.

Stoffel Vandoorne, McLaren, a Suzuka. Secondo Hasegawa, la PU Honda è molto vicina alle prestazioni di quella Renault (foto da: f1only.fr)

Eppure Yusuke Hasegawa da dimostrazione di non difettare di ottimismo, affermando ad Autosport.com di essere convinto del fatto che, al momento, la power unit Honda sia sicuramente cresciuta, avvicinando tantissimo il competitor più vicino, ovvero la Renault. “Dall’inizio della stagione siamo riusciti a migliorare la nostra power unit sotto tutti i punti di vista, dalle performance fino all’affidabilità” – ha sottolineato Hasegawa – “Da quando abbiamo introdotto la specifiva 3.5 del propulsore penso che il nostro livello si sia avvicinato molto a quello Renault. Non posso dire che è migliore della controparte francese, ma la cosa importante è che l’affidabilità sia cresciuta in modo evidente“.

Alla domanda sul se la Honda sia riuscita ad avvicinarsi abbastanza ai concorrenti, Hasegawa risponde sicuro: “Credo proprio di si. Vero, non ci siamo ancora avvicinati in modo decisivo, ma rispetto allo scorso anno e al 2015 il gap è sicuramente diminuito molto. La differenza tra noi e loro è di certo minore” – spiega l’ingegnere nipponico – “Abbiamo scelto una strada molto simile a quella intrapresa da Renault, Ferrari e Mercedes. Non ci sono ragioni per dubitare di poter arrivare agli stessi livelli di prestazione“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo