F1 Gp Gran Bretagna 2022, le dichiarazioni dei primi tre al termine della gara

F1 Gp Gran Bretagna 2022. Carlos Sainz conquista la prima vittoria in carriera dopo 150 gare disputate in Formula 1. Grande emozione per il pilota iberico, figlio d’arte, al volante della Ferrari. Dietro di lui un sorprendente Perez e quindi il sempre verde Lewis Hamilton.

Partito dalla prima posizione in griglia, grazie anche ad una serie di infortuni dei suoi avversari, ha la meglio e transita primo al traguardo. Nella parte centrale della gara si è trovato in difficoltà, più lento del suo compagno di squadra, come del suo rivale Lewis Hamilton.

F1 Gp Gran Bretagna 2022
Carlos Sainz dopo aver conquistato il suo primo successo in carriera nella Formula 1. Fonte: Twitter Sainz

Ma grazie ad una safety car e al cambio gomme avvenuto in un momento di stasi della corsa è riuscito a conquistare la prima posizione e mantenerla fino alla fine negli ultimi dieci giri. Ecco le sue parole che tradiscono una certa emozione:

“Non so cosa dire è fantastico, la prima vittoria dopo 150 gare con la Ferrari a Silverstone, non potevo chiedere di più. Lewis era sul pezzo oggi ma siamo riusciti a tenerne. Ho faticato parecchio sul bilanciamento specialmente con le gomme medie nel primo stint però ho continuato a crederci. Poi la safety mi ha dato l’opportunità di tornare in testa e ci sono riuscito. Silverstone è un posto speciale. Qui ho ottenuto la prima vittoria nel 2010 con la formula Bmw e anche la prima pole. Ora, dopo 12 anni, sono riuscito a ottenere lo stesso risultato”.

F1 Gp Gran Bretagna 2022, Perez sorprendentemente secondo, così come Hamilton terzo

Ancora più sorprendente la gara di Perez. Il secondo pilota Red Bull ha fatto un’impresa visto che la sua situazione non era delle migliori. Partito aggressivo, si è ritrovato in mezzo ad una serie di vetture tra cui la Ferrari di Leclerc che involontariamente lo ha colpito all’ala. A questo punto ha dovuto cambiare in fretta la parte danneggiata ed è finito in ultima posizione dopo pochi giri dall’inizio.

Sergio Perez ha conquistato un secondo posto dopo una partenza disastrosa. Fonte: Perez Twitter

Il messicano, comunque, non ha mollato. Ha risalito lentamente, superando diversi piloti e ritrovandosi nelle prime posizioni quando c’era la safety car entrata in pista a quindici giri dal termine. Una vera e propria rimonta, che ci spiega le enormi qualità del pilota. Le sue parole al termine della gara parlano di una difficoltà iniziale, poi riassorbita grazie ad una volontà di spingere molto forte:

“È stata una grande rimonta, abbiamo continuato a spingere. È stata una gran battaglia con Charles e Lewis. Gli ultimi giri sono stati frenetici. All’inzio sono stato spremuto, c’era Charles all’esterno e Max all’interno e sono dovuto rientrare ai box”.

Quindi è la volta di Lewis Hamilton, giunto terzo al traguardo, che ha accarezzato per lunghi tratti la possibilità di portarsi a casa l’intera posta. La sua vettura è stata molto veloce, garantiva affidabilità e agilità nelle curve strette. Un vero e proprio campione che ha dimostrato notevole lucidità e capacità di essere sempre attivo. La sua fame di successi non è per nulla calata, il desiderio di vincere ancora lo accompagna, non tramonta mai.

Lewis Hamilton si fa abbracciare dal pubblico di casa a Silverstone. Fonte: Instagram Hamilton

F1 Gp Gran Bretagna 2022. La Mercedes è tornata? Secondo lo stesso pilota britannico Ferrari e Red Bull sono ancora troppo veloci rispetto a loro. Un nuovo aggiornamento ha portato dei miglioramenti vistosi in termini di velocità. D’altro canto ci sono da considerare anche le difficoltà incontrate ai box, un ritardo nel cambio gomme che ha portato a perdere ulteriore tempo. Le sue parole, però, trapelano un certo ottimismo per il futuro, con la possibilità di vedere la Mercedes come terzo incomodo nella lotta tra la Ferrari e la Red Bull:

“Devo ringraziare questo pubblico perché erano anni che non si presentava così tanta gente, questo è il pubblico più grandioso che puoi trovare. Congratulazioni a Carlos perché era troppo veloce. L’aggiornamento che abbiamo portato qui ci ha aiutati a spingere anche se abbiamo perso un po’ di tempo al pit stop. Alla fine è stato un po difficile quando ti trovi una Red Bull alle costole loro sono troppo veloci in rettilineo. Sono contento che nessuno si è fatto male nell’incidente all’inizio”.

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega