F1 GP Gran Bretagna 2019, Risultati Qualifiche: Bottas davanti a Hamilton di 6 millesimi!

La pole a Silverstone va a sorpresa a Valtteri Bottas. Il finnico, in 1:25.093, ottiene la quarta pole del suo 2019 (10° in carriera, 108° per la Mercedes), precedendo Lewis Hamilton per la miseria di 6 millesimi. Grande prestazione per Charles Leclerc, che porta la sua Ferrari a 79 millesimi dalla pole (davanti fino alla penultima curva); un bravo anche a Max Verstappen, che completa la seconda fila con la sua Red Bull #33, staccato di 183 millesimi. Non è andato affatto bene, purtroppo, Sebastian Vettel, appena 6° (+0.694) ed alle spalle anche dell’altra RB15 di Pierre Gasly (+0.497).

Decima pole position in carriera per Valtteri Bottas, autore del miglior giro nelle Qualifiche di Silverstone (foto da: twitter.com/MercedesAMGF1)

A seguire, in quarta fila, abbiamo la Renault di Daniel Ricciardo (+1.089) e la McLaren di Lando Norris (+1.131); in quinta la Toro Rosso di Alexander Albon (+1.252) e l’altra Renault di Nico Hulkenberg (+1.293). Scorrendo la griglia, troviamo una sesta fila tutta Alfa Romeo, con Antonio Giovinazzi davanti a Kimi Raikkonen. In settima, invece, un deluso Carlos Sainz (McLaren) sarà affiancato da Romain Grosjean (Haas). Ottava fila con Sergio Perez (Racing Point) e con Kevin Magnussen (Haas); nona con Daniil Kvyat (Toro Rosso) e Lance Stroll (Racing Point). Chiudono lo schieramento, in decima fila, al solito le due Williams di George Russell e Robert Kubica.

F1 GP GRAN BRETAGNA 2019, CRONACA Q1

Le Qualifiche di Silverstone partono con un cielo nuvoloso (piccolo rischio pioggia) e temperature di 18 C° per l’atmosfera e 29 C° per l’asfalto. I primi ad uscire dai box sono i piloti di Williams, Toro Rosso, Alfa Romeo, Haas, Racing Point, McLaren e Renault. I primi riferimenti cronometrici sono di Giovinazzi (1:27.710) e di Raikkonen (1:27.501), con Albon ad issarsi a sua volta davanti a tutti, scalzato prima da Norris poi da Grosjean (1:26.753), con Magnussen subito dopo ad infilarsi in 2° posizione. Sainz riporta la McLaren davanti (1:26.689), mentre scendono in pista i big, con i ferraristi equipaggiati con la media, a differenza dei Red Bull; aspettano ancora qualcosa i Mercedes, mentre Albon torna in prima posizione (1:26.482), seguito da Hulkenberg. Gasly passa in 2° posizione, dietro a Norris; Vettel supera il francese, 75 millesimi dietro il baby della McLaren. Molto veloce Leclerc, nettamente davanti (1:25.628), mentre Verstappen è 3° (+0.467), anche lui dietro Norris.

Arrivano i Mercedes, con mescola rossa: Bottas passa in 1:25.750, Hamilton in 1:25.513, al comando ma di solo un decimo circa sul monegasco di Maranello. Dopo la prima serie di tentativi, momentaneamente out Grosjean, Perez, Stroll, Russell e Kubica. Si rilanciano i piloti di Ferrari e Red Bull. Mentre Gasly non migliora, Vettel passa 4°; vola Leclerc, fermandosi a 20 millesimi da Lewis, con Verstappen che progredisce a sua volta, portandosi in 3° posizione (+0.187), davanti a Bottas e Vettel. Secondo tentativo anche per i piloti di Brackley, con Valtteri che migliora di poco, restando 4°; Lewis anche non riesce ad abbassare il suo crono. Riflettori adesso sui piloti di seconda fascia, impegnati per superare il taglio. Salgono i due della Haas, così come Giovinazzi, in 10° posizione, mettendo a rischio Raikkonen. Tornano sul tracciato sia Bottas che Vettel, quest’ultimo con mescola soft. Bandiera scacchi: salutano la compagnia Magnussen, Kvyat, Stroll,Russell e Kubica. Colpo di reni di Perez, che elimina il danese della Haas per 13 millesimi.

F1 GP GRAN BRETAGNA 2019, CRONACA Q2

Bandiera verde, via alla fase centrale delle Qualifiche inglesi, con il cielo sempre più nuvoloso. In pista per primi i Mercedes con mescola gialla; a seguire tutti gli altri, con Leclerc e i Red Bull anche loro con la media, Vettel con la rossa (usata). Bottas transita sul traguardo in 1:25.888, mentre Hamilton in 1:25.840 di poco va davanti. Leclerc si issa al comando, in 1:25.646; Gasly e Verstappen seguono in 4° e 5° posizione, a cavallo tra i 3 ed i 4 decimi, separati da mezzo secondo. Si lancia anche Vettel, il quale passa sul rettilineo dei box in 1:26.529, solo 8°. Migliora Bottas, accorciando a 26 i millesimi di distacco dalla Ferrari #16, mentre Lewis abortisce e torna ai box. Evidentemente, Seb dovrà tornare in pista per un nuovo time-attack, mentre a metà Q2 sono virtualmente eliminati Albon, Perez, gli Alfa Romeo e Grosjean.

Da sottolineare il buon 6° tempo di Ricciardo, davanti a Norris, con Sainz e Hulkenberg a chiudere i primi 10, con 58 millesimi tra Nico e Albon, al momento primo degli esclusi. Pochi minuti alla fine. Non migliorano Grosjean ed Albon, mentre lasciano tutti i box, compresi i big, tra i quali Hamilton dovrebbe avere un set nuovo di gialle. Cominciano ad arrivare i miglioramenti da parte dei vari piloti; ottimo Giovinazzi, con Raikkonen dentro; ma dura poco, dato che risalgono Hulkenberg ed Albon. Vettel rischia, ma risale in 5° posizione. Attenzione a Leclerc, che migliora (1:25.546) e dovrà partire con la Soft. Bandiera scacchi: a non superare la tagliola della Q2 sono Giovinazzi, Raikkonen, Sainz, Grosjean e Perez.

F1 GP GRAN BRETAGNA 2019, CRONACA Q3

Questi i partecipanti alla fase decisiva delle Qualifiche britanniche: Lewis Hamilton e Valtteri Bottas per la Mercedes, Charles Leclerc e Sebastia Vettel per la Ferrari, Max Verstappen e Pierre Gasly per la Red Bull, Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg per la Renault, Lando Norris per la McLaren ed Alexander Albon per la Toro Rosso. Favorito Hamilton, ma occhio a Bottas ed anche a Leclerc. Primo time-attack: in pista Albon (che poi rientra subito ai box), Hamilton, Bottas, Ricciardo, Hulkenberg, Gasly, Verstappen, Vettel e Leclerc. Hamilton ottiene un 1:25.345, con sbavatura alla Brooklands ad inficiare sul suo tempo; più rapido Bottas (1:25.093), che va in pole provvisoria. Bene Verstappen (1:25.483), mentre deludono i ferraristi per il momento, con Vettel solo 6° (+0.694), dietro anche a Gasly (+0.690), mentre Leclerc è 4° (+0.523), con errore in inserimento alla Abbey.

A seguire le Renault di Ricciardo e Hulkenberg, mentre Norris ed Albon si lanciano ora. Il pilota McLaren ottiene l’8° tempo, mentre il pilota del team di Faenza è 10°. Secondo e decisivo time-attack: lasciano i box nell’ordine Bottas, Hamilton, Vettel, Leclerc, Gasly e Verstappen; nel gruppo i Renault. Bottas non riesce a migliorare, mentre Hamilton va in progressione e sfiora la beffa al compagno di squadra, fermandosi a soli 6 millesimi. Ci crede Leclerc, fucsia nel T1, ancora avanti nel T2, si porta a 79 millesimi dal finlandese. Molto bravo anche Verstappen, a 183 millesimi, così come Gasly (5°); molto deludente Vettel, appena 6° e a quasi 7 decimi dalla pole. A seguire Ricciardo, Norris, Albon e Hulkenberg.

Classifica e tempi delle Qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna 2019 (foto da: twitter.com/F1)

Griglia di partenza Gran Premio d’Inghilterra di Formula 1:

1 77 Valtteri Bottas MERCEDES 1:25.093
2 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:25.099
3 16 Charles Leclerc FERRARI 1:25.172
4 33 Max Verstappen RED BULL RACING HONDA 1:25.276
5 10 Pierre Gasly RED BULL RACING HONDA 1:25.590
6 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:25.787
7 3 Daniel Ricciardo RENAULT 1:26.182
8 4 Lando Norris MCLAREN RENAULT 1:26.224
9 23 Alexander Albon SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:26.345
10 27 Nico Hulkenberg RENAULT 1:26.386
11 99 Antonio Giovinazzi ALFA ROMEO RACING FERRARI 1:26.519
12 7 Kimi Räikkönen ALFA ROMEO RACING FERRARI 1:26.546
13 55 Carlos Sainz MCLAREN RENAULT 1:26.578
14 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 1:26.757
15 11 Sergio Perez RACING POINT BWT MERCEDES 1:26.928
16 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 1:26.662
17 26 Daniil Kvyat SCUDERIA TORO ROSSO HONDA 1:26.721
18 18 Lance Stroll RACING POINT BWT MERCEDES 1:26.762
19 63 George Russell WILLIAMS MERCEDES 1:27.789
20 88 Robert Kubica WILLIAMS MERCEDES 1:28.257

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo