F1, Franz Tost: “La FIA dovrebbe imporre il congelamento alla PU Mercedes”

La Mercedes, grazie anche alla sua power unit, ha dominato finora l’era turbo, dal 2014 allo scorso anno. E nulla toglie che anche il 2017 possa essere ancora nel segno delle Frecce d’Argento. Pur con un regolamento che, man mano, imporrà il congelamento di parti via via più significative delle varie power unit, la Mercedes potrebbe continuare a godere di un vantaggio non indifferente sui motoristi rivali.

Franz Tost, team principal Toro Rosso (foto da: thecheckeredflag.co.uk)

Ad Autosport.com, il team principal della Toro Rosso, Franz Tost, ha avanzato una proposta destinata a far discutere. “La mia speranza è che, prima o poi, ci possa essere parità di potenza tra le varie power unit, al contrario della situazione attuale” – dice Tost – “Spero che la Renault riuscirà a ricucire il gap, anche perchè non so assolutamente quale sia la situazione in Ferrari. Abbiamo bisogno che Mercedes, Red Bull e Ferrari lottino alla pari per il campionato“.

Se non si riuscisse a raggiungere questo bilanciamento nelle prestazioni in via naturale, allora dovrebbe intervenire la FIA“, sottolinea il dirigente austriaco, che svela la sua idea: “Io congelerei la power unit della Mercedes, dando l’opportunità agli altri di recuperare, per poi congelare anche le loro power unit. Lascerei invece libero lo sviluppo della batteria, poichè è un qualcosa di importante per i costruttori“.

Anche Tost, quindi, si esprime sulla necessità di un budget cap: “Dobbiamo contenere i costi. Ne discutiamo da anni, ormai, ma non succede mai nulla. Vorrei che fosse introdotto un tetto alle spese dei team. La gente dice che non è controllabile, ma è una sciocchezza. In Toro Rosso, ad esempio, conosciamo la storia di ogni vite, potendo dirvi da dove è venuta e quanto ci è costata“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo