F1, i colleghi in coro: “Stroll in difficoltà perchè le monoposto 2017 sono più complicate da guidare”

Che l’impatto di Lance Stroll con le nuove monoposto 2017 non sia stato dei migliori a Barcellona, è usare un eufemismo. Il rookie canadese, infatti, ha collezionato tre uscite di pista in due giorni, con la peggiore, ovvero l’ultima, costituita da un impatto con le protezioni poste dopo curva 5 nel pomeriggio di mercoledì, che ha impedito al team di Didcot di scendere in pista ieri. L’incidente, oltre a sospensione anteriore sinistra e all’ala anteriore, aveva danneggiato seriamente il telaio.

La Williams FW40 di Lance Stroll viene caricata sul carro attrezzi dopo l’incidente di mercoledì pomeriggio (foto da: freenet.de)

Rob Smedley ha difeso a spada tratta il ragazzo: “Non li definirei suoi errori, anche perchè Massa, che ha 15 anni in più d’esperienza, ha quasi fatto la stessa cosa“. Alcuni suoi colleghi, però, non sono stati particolarmente teneri. In primis Lewis Hamilton: “Me l’aspettavo, sinceramente. Percorrere più chilometri di tutti nei test dello scorso anno non è servito, visto che le attuali monoposto sono un’altra cosa rispetto alle precedenti, decisamente più semplici da guidare“. Così, invece, si esprime Nico Hulkenberg: “Con le monoposto che ci sono adesso, per i rookie è molto più difficile esordire in Formula 1“.

Il diretto interessato, infine, tira dritto: “Sono preparato per cui sapevo cosa aspettarmi. Non sono per nulla intimidito” – ha detto Stroll – “Essere riuscito a completare un centinaio di giri senza problemi fa intendere che sono fisicamente pronto. Devo essere bravo ad adattare il mio stile di guida, visto che questi pneumatici forniscono un grip incredibile“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo