F1 Brasile 2017, Vettel: “Monoposto bilanciata, ma le Mercedes sono forti”

Il venerdì di Interlagos non ha regalato grandissime soddisfazioni agli alfieri di Maranello, impegnati nella penultima prova del Mondiale 2017. Se la simulazione di qualifica ha visto Sebastian Vettel non troppo lontano dalle Mercedes, pur se stretto a sandwich tra le Red Bull, mentre più attardato è stato Raikkonen, nella simulazione gara Lewis Hamilton è parso di un altro pianeta. Vettel, dal canto suo, ha retto il confronto con Bottas e le Red Bull, mentre anche in questo caso Kimi non ha convinto granchè. Nel box del Cavallino, comunque, pur riconoscendo la forza della Mercedes si resta ottimisti in vista di domenica.

Sebastian Vettel durante le libere di oggi ad Interlagos (foto da: m4sport.hu)

Credo che oggi sia andata bene. Una giornata positiva, soprattutto perchè non è venuto a piovere” – dichiara Sebastian Vettel – “E’ stata una giornata più semplice di quanto ci aspettassimo alla vigilia. Però in generale la situazione sembra abbastanza chiara, con la Mercedes molto veloce. Poi ci siamo noi e la Red Bull, che è molto vicina“.

Perchè ho girato così tanto con le Supersoft in PL2? Sicuramente volevamo provare a fare un run più lungo con quelle gomme per vederne il comportamento” – ha spiegato il ferrarista – “La pista era buona e per ora siamo riusciti a trovare un buon bilanciamento. Questo ci dovrebbe aiutare ad avere un buon passo sia in qualifica che in gara. Però sarà difficile stare dietro alle Mercedes“.

Sono convinto che non abbiamo ancora trovato il giusto set-up, ma siamo solo al primo giorno di lavoro e c’è tempo” – dice Raikkonen – “Dobbiamo darci da fare per venirne a capo. Abbiamo provato diverse soluzioni, ma il risultato è che ho avuto di continuo fastidiose vibrazioni. Non mi sono trovato a mio agio nè con l’assetto e nè con la pressione delle gomme“.

Anche su questa pista sarà importantissimo gestire al meglio sia gli pneumatici che il carburante, come d’altronde è stato ovunque” – conclude il finlandese – “Dobbiamo fare del nostro meglio, indipendentemente dalle temperature e dalle condizioni climatiche“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo