F1 Brasile 2017, Risultati PL2: Hamilton ancora davanti a tutti

La pioggia tanto attesa non è arrivata è anche la PL2 si è potuta disputare in condizioni di pista asciutta. Ancora una volta davanti a tutti si piazzano le due W08 Hybrid, con Lewis Hamilton (1:09.515) a precedere di poco Valtteri Bottas (+0.048). Rispetto al mattino, i rivali del team anglo-tedesco sono più vicini. Daniel Ricciardo è 3° (+0.228), mentre Sebastian Vettel ha ottenuto il 4° tempo (+0.360), davanti a Max Verstappen (+0.371) e ad un Kimi Raikkonen un pò più staccato (+0.602).

Un velocissimo Lewis Hamilton ha comandato anche la PL2 ad Interlagos (foto da: twitter.com)

Bene Esteban Ocon (+0.791), davanti alla Williams di Felipe Massa (+0.858) e alle Renault di Nico Hulkenberg (+0.881) e di Carlos Sainz (+1.170), che vanno a chiudere la prima metà di classifica. A seguire troviamo Sergio Perez (+1.321), Stoffel Vandoorne (+1.387), Lance Stroll (+1.549), Fernando Alonso (+1.597) e Pierre Gasly (+1.907). Sopra due secondi tutti gli altri, a partire da Brendon Hartley (+2.306), seguito da Pascal Wehrlein (+2.342), Marcus Ericsson (+2.474, finendo anche con il posteriore contro le barriere in uscita dalla Mergulho), Romain Grosjean (+2.601) e infine il nostro Antonio Giovinazzi (+2.902, senza montare le Supersoft), schierato dalla Haas al posto di Kevin Magnussen in questa sessione.

Come giri completati, al top abbiamo Hartley (54), davanti ad Ocon (49) e a Vettel (48). In coda, invece, troviamo Ericsson (17), peggio di Alonso (31) e di Giovinazzi (37). Per quel che riguarda la simulazione gara, sono emersi dati interessanti. Con la Supersoft, il miglior crono è stato di Max Verstappen, sull’1:12.7, ma bisogna dire che l’olandese ha ottenuto il tempo nel finale e con serbatoi più scarichi. Gli altri sono tutti vicini, sull’1:13 basso, ma Vettel ha compiuto un run di oltre 30 giri con la mescola più morbida, segno inequivocabile che si andrà per una sosta in gara.

Con le Soft, invece, è stato assolutamente da urlo Lewis Hamilton, sceso addirittura sull’1:12.1, girando costantemente sull’1:12. Di tutti gli altri, Ricciardo ha ottenuto un 1:12.7 al primo passaggio, per poi non scendere più sotto l’1:13, mentre Bottas e Vettel sono scesi rispettivamente fino a 1:12.8 e a 1:12.7, molto distanti comunque dall’inglese. Per ora, dunque, Lewis si pone come favorito d’obbligo del weekend.

Classifica e tempi della seconda sessione di libere del Gran Premio del Brasile (foto da: twitter.com)

 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo