F1, prove libere Gp d’Australia 2022: le dichiarazioni dei primi tre classifica

F1, Gp d’Australia 2022, dopo le prove libere. Ancora un doppio successo in casa Ferrari, con le due monoposto nelle prime tre posizioni della classifica. In mezzo la Red Bull di Verstappen.

Sul circuito rinnovato di Albert Park ancora buone sensazioni per la casa di Maranello. Prima e terza posizione, un inizio di stagione che sta confermando i passi avanti della vettura a livello di velocità ed affidabilità. I due ferraristi Leclerc e Sainz sono ostacolati dall’olandese, campione del mondo in carica, Max Verstappen.

Nonostante ci sia ottimismo in casa della rossa, lo stesso pilota monegasco vuole mantenere la calma, perché nel weekend può ancora succedere di tutto. Per la terza volta consecutiva dall’inizio della stagione si rinnova il duello tra la Ferrari e la Red Bull. Tre decimi è il vantaggio del francese sul pilota orange, mentre quattro sono quelli che lo separano da Sainz.

Sentiamo le sue parole al termine delle prove libere, in cui ammette qualche difficoltà avuta nel complesso. Secondo lui nessuno è riuscito a fare un giro perfetto, quindi bisogna aspettarsi dei miglioramenti nel corso del weekend:

Charles Leclerc primo dopo il venerdì di prove libere ad Albert Park. Fonte: Twitter Leclerc

“Per quanto mi riguarda il mio venerdì è stato un pochino complicato. La prima sessione è stata difficile e sono riuscito a migliorare la mia guida nella seconda. Credo ci sia ancora parecchio lavoro da fare anche perché dubito che qualcuno sia veramente riuscito a mettere insieme un giro perfetto. La qualifica è domani, e contiamo di poterci giocare le nostre carte.”

Il pilota olandese Verstappen ha avuto qualche critica da muovere rispetto al traffico incontrato in pista. Inoltre ha denunciato una certa mancanza di equilibrio nella vettura e una certa distanza dalla Ferrari. Ecco le sue dichiarazioni:

“Avevo un’auto davanti a me durante il mio ultimo giro, quindi non ha aiutato. Ma penso che nelle FP1 e all’inizio delle FP2 ci mancasse un po’ di equilibrio. Poi penso che per il run finale abbiamo cambiato un po’ la macchina e mi sono sentito molto più soddisfatto. Siamo un po’ lontani dalla Ferrari, ma penso che forse possiamo avvicinarci un po’. Stiamo andando in una buona direzione, speriamo di poter apportare alcuni piccoli aggiustamenti anche per domani. Ovviamente non si sa mai cosa accadrà domani, ma finora sembrano di nuovo molto forti. Abbiamo ancora un po’ di lavoro da fare, ma ci siamo più o meno”.

Il compagno di squadra nella rossa Sainz ha messo in evidenza le modifiche effettuate sul tracciato, da cui possono scaturire nuove sensazioni, maggiore velocità. Ecco le sue dichiarazioni:

“È stato un venerdì interessante perché c’erano molti elementi nuovi da tenere in considerazione rispetto all’ultima volta che abbiamo corso qui. La pista è completamente diversa da come me la ricordavo: è decisamente più veloce e l’asfalto rinnovato mi ha trasmesso sensazioni del tutto diverse.
Abbiamo bisogno di lavorare ancora sul comportamento delle gomme ma nel complesso credo che abbiamo una buona base di partenza per cominciare a preparare le qualifiche di domani”

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega