F1 2019 Gp del Canada, dichiarazioni di Vettel e Leclerc dopo le prove libere

E’ terminata la prima giornata del Gp del Canada, quella dedicata alle prove libere. In prima fila le due Ferrari di Leclerc e Vettel davanti a Bottas della Mercedes.
Un primo piano della vettura di Vettel durante le prove libere del Gp del Canada.
Fonte: Twitter Vettel

Il tedesco è stato preceduto dal suo compagno di squadra di soli 74 millesimi. Al termine della sessione le sue parole sono state positive:

“È stata una giornata interessante: la pista era piuttosto scivolosa all’inizio e sono convinto che migliorerà per tutto il weekend. Con le gomme abbiamo fatto ancora fatica, specialmente per quel che riguarda la performance nei long run. Ci sarà da lavorare nella terza sessione di prove libere perché avere una buona posizione di partenza in griglia è fondamentale”

Non vuole spingersi troppo in avanti nelle previsioni, visto che sul giro secco la vettura pare ancora in ritardo:

“Ci manca grip nelle curve più lente e la vettura non mi trasmette ancora le sensazioni che vorrei sentire. Proveremo a cambiare qualche regolazione per trovare il bilanciamento ottimale che ancora ci manca”.

Un’immagine del pilota monegasco dal suo profilo Facebook.
Fonte: Facebook Leclerc

Il suo compagno di squadra Leclerc, a sua volta, non è così sicuro delle prestazioni della vettura. E’ riuscito a concludere con un vantaggio di soli 134 millesimi da Bottas qui in Canada, il che non è rassicurante:

“Abbiamo migliorato dalle PL1 alle PL2, sono sicuro che Mercedes ne ha di più, ma qui su questa pista la nostra velocità di punta ci può aiutare. Il passo gara con le gomme medie è andato abbastanza bene, ma con le alte temperature la macchina era difficile da guidare. Il non aver utilizzato la gomma dura perché ne abbiamo portato un solo set non mi preoccupa, abbiamo abbastanza dati raccolti su questa mescola per poterla montare in gara”.

Ancora lunga è la strada per poter raggiungere una competitività sufficiente da impegnare seriamente la Mercedes. Per questo i due piloti usano un cauto ottimismo e si concentrano su ciò che non va.

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega