F1 2019 Gp d’Austria, dichiarazioni di Verstappen e Gasly dopo la gara

E’ terminato il weekend in Austria, sul circuito di Spielberg, valevole per l’ottava prova del mondiale di Formula. Ottime sensazioni le avute la Red Bull, con Verstappen che regala il primo successo per la Honda. Da quest’anno la casa giapponese fornisce il motore alla casa austriaca. 

Un doppio successo, visto che è stato ottenuto nel circuito di casa. Dopo le polemiche riguardo una manovra non proprio pulita ai danni di Leclerc, lo stesso pilota olandese ha voluto dire la sua. E’ contento della velocità raggiunta dalla vettura in rettilineo, come della possibilità di fare sorpassi:

Dopo la brutta partenza credevo che la gara fosse finita, ma ho iniziato a spingere forte. Abbiamo visto che in rettilineo siamo veloci e possiamo fare sorpassi rispetto al passato. Sono contento per il team e per la Honda, vincere qui è incredibile. L’episodio con Charles? Una battaglia normale, il risultato dovrebbe essere confermato. Queste sono le gare, se non ci lasciano gareggiare la F1 va chiusa. Al contrario anche io sarei deluso di essere secondo, abbiamo lottato e non penso ci sia stato nulla di sbagliato. Spero che gli steward non facciano nulla.

Gasly mentre esce dai box per il suo giro lanciato nelle prove di sabato.
Fonte: Twitter Gasly

Il suo compagno di squadra Gasly ha avuto più difficoltà del previsto qui in Austria e si è piazzato al settimo posto al traguardo. Al termine della gara, il pilota francese ha ammesso come abbia molto da imparare rispetto a Verstappen. Questo aspetto non toglie ottimismo al pilota, che si sente competitivo ed in grado di far meglio nelle prove che mancano alla fine del mondiale:

“E’ stata una giornata difficile. Nel primo stint ho avuto un buon passo con le Soft, ma sono rimasto bloccato dalle macchine davanti. Con le Hard ho spinto troppo all’inizio e ho distrutto la gomma, con tanto di blistering, non avevo quindi la possibilità di dare fastidio a Lando. I nuovi aggiornamenti stanno funzionando, come visto con Max: ha fatto un lavoro fantastico. Tornando a me, non sono contento della mia prestazione, avrei potuto gestire la gara molto meglio, ma mi reputo un ragazzo molto competitivo, c’è del lavoro da fare. Non ho trovato esattamente ciò che voglio dalla macchina, ma è bello vedere che sta funzionando e penso che siamo sulla giusta direzione in vista del futuro. Ho molto da imparare da Max, c’è da lavorare”.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega