F1 2018, Giovinazzi:”Raikkonen da idolo a compagno di squadra”

Il pilota italiano Giovinazzi, pugliese di 25 anni, è molto concentrato sulla prossima stagione in cui avrà l’opportunità di correre per la Sauber. 
Giovinazzi in una foto d’epoca quando da bambini sognava di fare il pilota di F1.
Fonte: Twitter Giovinazzi

E’ reduce da due anni in cui è rimasto defilato dal circus della Formula 1. Relegato al ruolo di spettatore ai margini dei grandi, ora è giunto il momento del suo riscatto con la Sauber.

Giovinazzi è più che mai voglioso di entrare in pista, a cominciare dai test pre-campionato e poi con il primo gran premio che si correrà in Australia.

Ad affiancarlo in questa nuova avventura ci sarà il nuovo compagno di squadra Kimi Raikkonen. Inoltre ha la certezza di avere tutto ciò che serve per iniziare al meglio la stagione. Queste le sue parole in occasione del premio Caschi d’Oro di Autosprint:

“Sono certo che arriverò a Melbourne con un’abbondante dose di emozioni è un sogno che si concretizza, una grande opportunità. Credo anche che il mio arrivo ad un ruolo da titolare in Formula 1 sia una notizia positiva per tutta la scuola piloti italiana, che dopo diversi anni di assenza tornerà ad avere un suo rappresentante al via dei Gran Premi, tra l’altro con un brand italiano come Alfa Romeo”.

Il pilota pugliese dovrà anche fare i conti con un mito della sua giovinezza, il pilota che ha vinto l’ultimo mondiale in casa Ferrari. Dovrà cementare il suo rapporto personale, conoscere piano piano le sue abitudini, il suo modo di stare in pista, sarà una scoperta dietro l’altra:

“Ricordo bene quando vinse il titolo Mondiale con la Ferrari, ero un ragazzino, e mai avrei immaginato che un giorno avrei diviso il box proprio con lui! Me lo hanno descritto come un tipo taciturno, ed in effetti prima dei test di Abu Dhabi non avevo mai avuto l’opportunità di approcciarlo. Ma nei due giorni di Yas Marina ho scoperto una persona diversa, abbiamo parlato di più in quel test che nei due anni precedenti! Ho trovato Kimi molto carico, è un campione del Mondo che quest’anno ha dimostrato di essere ancora un vincente. Credo che avere un pilota della sua caratura al mio fianco rappresenti per me una grande opportunità di crescita, e sono certo che non mi negherà il suo aiuto”.

 

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega