Europa League, aspettando Gent-Tottenham: il profilo di Dele Alli

Forse qualcuno dimentica la sua data di nascita: 11 aprile 1996. E lo fa perché, vedendo la maestria e l’intelligenza tattica con cui si muove in campo, gli darebbe come minimo cinque o sei anni in più. Invece no: Dele Alli ha 20 anni e un radioso futuro davanti a sé. Nell’ultimo Europeo giocato in Francia è stato di certo tra i meno peggio della selezione inglese (protagonista di una vera e propria figuraccia con l’eliminazione giunta per mano dell’Islanda). Logica conseguenza dell’esplosione avuta con la maglia del Tottenham.

Dopo le tre stagioni in League One con il Milton Keynes, Alli è stato notato dagli Spurs che nell’estate del 2014 hanno sborsato appena 5 milioni di sterline, prima di lasciarlo in prestito per un’altra annata nel club dove il ragazzo è sbocciato. Un vero e proprio affare: con le cifre pazze del mercato di oggi, la sua valutazione può anche essere di dieci volte tanto.

Da allora, un crescendo rossiniano in termini di rendimento e gol. Pensate che Alli, nelle ultime due Premier League, ha collezionato ben 21 gol. E in Europa non è da meno, dal punto di vista delle apparizioni: 9 nell’Europa League dello scorso anno, 6 nella Champions attuale, chiusa con un terzo posto nel girone e conseguente “retrocessione”. Ora il Gent se lo troverà di fronte: ogni scongiuro è ammesso più che mai.