Dudelange-Milan, le dichiarazioni pre partita di Gennaro Gattuso: “Faremo turnover, guai a sottovalutare gli avversari”

Ecco riportate le dichiarazioni del tecnico rossonero alla vigilia della sfida di Europa League sul campo dei lussemburghesi.

Il Dudelange- “Il Dudelange ha meritato di essere arrivato fin qui, ha battuto Cluj e Legia Varsavia. Sulla carta abbiamo qualcosa in più, ma domani dobbiamo fare attenzione perché si parte 0-0.La squadra gioca col 4-4-2, penso che Sinani possa metterci in difficoltà perché ha un ottimo sinistro. È un buon collettivo che ha un allenatore preparato. La caratteristica migliore è l’attacco alla profondità”.

Gli assenti- “Cutrone ha provato ad allenarsi in gruppo ma ha ancora problemi alla caviglia e abbiamo preferito non portarlo. Gli altri sono rimasti a casa per fare un lavoro sulla velocità e abbiamo preferito così. Musacchio invece è stato due giorni fermo per scelta dello staff medico. Il resto è una scelta mia”.

Preparazione alla gara-“Quando si gioca con una squadra come il Milan e si affronta una squadra come il Dudelange si ha tutto da perdere. Sono partite che vanno preparate e noi l’abbiamo fatto bene, per tanti giocatori è un sogno affrontarci, noi dobbiamo saper interpretare la gara nel modo giusto. Non dobbiamo stare alla ricerca di scuse, la affronteremo con grande mentalità fin dall’inizio”.

Il turnover- Domani qualcosa cambieremo sicuramente, poi nel calcio ne ho viste tante. Bisogna rispettare l’avversario e giocare bene perché ci sono in palio tre punti importanti, è una partita di Europa League. Dobbiamo solo pensare a vincere, giocando col coltello tra i denti”.

L’esperienza di Reina- È un leader, è nello spogliatoio da tanti anni. È un ragazzo solare, coerente, professionale. Rispetta le regole e le fa rispettare e penso che quando dei compagni di squadra notano questa trasparenze è normale che venga seguito. È un portiere che può dare tanto e si allena con continuità e si è sempre allenato bene. E quando dico che Donnarumma deve prendere esempio, mi riferisco a questo”.