Diamanti, ufficiale: va in Australia. Giocherà nel Western United FC

È notizia di poche ore fa la conferma del trasferimento di Alessandro “Alino” Diamanti agli australiani del Western United FC. Il classe ’83 lascia l’Italia e si trasferisce alla neo promossa società di Melbourne

Il Western United FC infatti, nella stagione 2019-2020 giocherà nella A-League, la massima divisione del calcio australiano. Per Diamanti, che era stato cercato anche da Frosinone e Virtus Entella, si tratta della quarta esperienza fuori dai confini italiani dopo le due esperienze inglesi al West Ham e al Watford e quella cinese al Guangzhou.

Lo scopo del centrocampista, in Australia, sarà quello di aiutare il neopromosso club a crescere e diventare un’immagine-simbolo per tutti i ragazzi che vorranno avvicinarsi al mondo del calcio. Al Western United Diamanti ritroverà il greco Panagiotis Koné, suo compagno ai tempi del Brescia e del Bologna

Diamanti lascia l'Italia e si accasa al Western United FC

Una carriera sempre in movimento quella del calciatore nato a Prato che lo ha visto vestire, oltre alla maglia del Prato stesso, anche quelle gloriose di Fiorentina, Bologna e Palermo. 

Proprio a Livorno, in Serie B, ha giocato nella stagione 2018-2019, chiusa con 32 presenze e 10 gol all’attivo che hanno contribuito in maniera determinante alla salvezza e quindi alla permanenza del club toscano nella serie cadetta. Una salvezza che è costata a Diamanti, tra l’altro, la salita al Santuario della Madonna di Montenero come pegno di quella promessa fatta a dicembre 2018 in cui aveva affermato che qualora il Livorno si fosse salvato avrebbe raggiunto a piedi il suddetto santuario. 

Per lui anche 17 presenze con la maglia della Nazionale Italiana condite da un secondo posto agli Europei in Polonia e Ucraina nel 2012 e un terzo posto alla Confederations Cup del 2013 in cui segnò anche un gol su punizione nella finale per il terzo e quarto posto, vinta contro l’Uruguay

 

 

 

 

 

 

 

 

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
"Non è tanto chi sei, quanto quello che fai che ti qualifica". Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Basilicata. Laureato in Lettere Moderne. Amo la scrittura, la fotografia e il calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi