Calciomercato Roma: Mourinho chiede Dalot, alternativa Dimarco

José Mourinho continua a chiedere giocatori. Il primo nome è quello del difensore del Milan, Diogo Dalot che è in uscita dal club rossonero. Come esterno c’è anche un altro nome che piace molto: Federico Dimarco del Verona che però è di proprietà dell’Inter.

Resta una sola partita per Paulo Fonseca alla guida della Roma. La partita contro lo Spezia segnerà la fine dell’allenatore portoghese che lascerà subentrare il suo connazionale, José Mourinho. Lo Special One ha già intenzione di rivoluzionare la rosa. Ai tanti nomi come quelli di Damsgaard o Saint-Maximin e Wijnaldum, l’allenatore aggiunge anche altri innesti.

Il primo vero cambiamento si avrà sugli esterni. La Roma avrebbe già agguantato due giocatori che potrebbero fare a caso di José Mourinho per la prossima stagione. Si tratta di Dogo Dalot del Milan. La società di Via Aldo Rossi non ha intenzione di riscattare il terzino del Manchester United. I Red Devils chiedono circa 20 milioni per il giocatore ma il Milan non vorrà spenderli in alcun modo.

Dalot Dimarco Milan

Roma, per Dimarco l’ostacolo è l’Inter

Dalot, quindi, potrebbe cercare altre destinazioni. La squadra di Mourinho potrebbe fare al caso suo visto che fu proprio lui a volerlo al Manchester. L’ex Porto ,quindi, sarebbe felice di poter riabbracciare il suo vecchio tecnico. Un altro nome che viene dalla Serie A è quello di Federico Dimarco, difensore del Verona. Sicuramente è stato uno dei protagonisti assoluti della stagione scaligera.

L’unico piccolo grande problema è che è di proprietà dell’Inter. Dopo la discreta stagione del giocatore, i nerazzurri vorrebbero riportarlo nel capoluogo lombardo. Per la Roma si fa difficile e bisognerebbe convincere l’Inter con un’offerta abbastanza sostanziosa.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione