Coppa Davis, Argentina-Italia: tutto su Lorenzi, Fognini, Seppi e Bolelli

Rieccoci pochi mesi dopo, questa volta in Sudamerica per la sfida tra Argentina e Italia. La sfida si ripropone 7 mesi dopo la sfida dello scorso anno a Pesaro che fu vinta dagli argentini. Gli stessi hanno vinto poi la Coppa a novembre a Zagabria contro la Croazia.

Barazzutti ha convocato per la sfida Lorenzi, Fognini, Seppi e Bolelli. Quest’ultimo rientra dopo un grave infortunio al ginocchio risolto con un’operazione chirurgica.

Oggi alle 15 italiane ci sarà la prima sfida tra Lorenzi e Pella. Il Paolino nazionale, alla veneranda età di 35 anni, è il primo italiano nella classifica Atp se la vedrà con Guido Pella n. 84 del ranking. Pella è stato numero 39 al mondo poi solo acciacchi fisici lo hanno portato a peggiorare la sua classifica. Nei recenti Australian Open è stato battuto con facilità da Bautista Agut.

A seguire nel pomeriggio italiano ci sarà la sfida tra il Fogna e Carlos Berloq. Berloq è il numero 81 del mondo in questo momento contro la posizione n. 48 del ligure.

La location sarà Buenos Aires e si giocherà sulla terra rossa. I sudamericani, maestri su questa superficie, sono molto forti anche se i nostri rappresentanti non sono da meno visti i tanti titoli vinti da Fognini su questa superficie e uno vinto lo scorso anno da Lorenzi a Kitzbuhel.

La grossa fortuna che abbiamo è che i 2 più forti giocatori argentini hanno dato forfait. Il primo è Juan Martin Del Potro n. 38 Atp, ma che è stato numero 4 e che ha vinto anche un Major, cioè Us Open. L’altro big che mancherà all’appuntamento è Federico Delbonis, numero 49 del mondo.

La sfortuna ha colpito in seguito ancora la nazionale albiceleste. Infatti, all’ultimo minuto è mancato alla gara anche Horacio Zeballos, ottimo doppista, e si è presentato Diego Schwartzman in cattive condizioni causa infortunio ad una gamba.

Nelle ultime sfide tra le 2 nazionali ha vinto sempre quella fuori casa, speriamo che la cosa sia di buon auspicio. Sabato sarà in programma il doppio e domenica gli ultimi 2 singolari.

L’Italia può tranquillamente passare il turno visto il livello del giocatori coinvolti nelle convocazioni.

La vincente del match se la vedrà con la vincente tra Germania e Belgio. Si ricorda che, in caso di sconfitta, a settembre l’Italia dovrà giocarsi la permanenza nel World Group.

Adamo Recchia