Serie A, la classifica aggiornata dopo la 31^ Giornata

In attesa del Monday Night tra Fiorentina e Verona, la 31° giornata di Serie A è stata piena di big match, che però non hanno cambiato poi molto la classifica del campionato italiano.

Male la Sampdoria, che non ha sfruttato l’occasione contro il Cesena di riproporsi nella lotta per il secondo e terzo posto, che rischia di diventare una guerra fino all’ultimo minuto per la Lazio, che è stata abbattuta dalla Juventus.

I bianconeri hanno dato una vera dimostrazione di forza, confermando di essere di un altro pianeta rispetto alle avversarie, nonostante il momento decisivo in Champions League, e praticamente festeggiando la vittoria del quarto Scudetto. Infatti, nel prossimo turno, con le dovute combinazioni, si potrà festeggiare nel derby la vittoria del campionato.

Occasione sprecata anche dal Torino, che non riesce ad accorciare sul sesto posto, fermato sul campo del Sassuolo, già salvo.

Continua a rispettare il campionato il Parma, che rovina la festa all’Empoli, mentre solo pareggio tra Chievo e Udinese nello scontro per chiudere il discorso salvezza. Sarà rinviato, ma è ormai ad un passo.

Delude la Roma, che doveva confermare di essere uscita dalla crisi, riuscendo a riacciuffare i cugini al secondo posto, ma non riuscendo a battere l’Atalanta, che dovrà lottare fino alla fine per rimanere in questa categoria. Mentre i giallorossi rischiano seriamente di scendere al quarto posto se non invertono il trend negativo di questo 2015. Davvero inspiegabile il declino del club capitolino.

Torna alla vittoria il Palermo nella sfida tra due delle squadre più divertenti del campionato con il Genoa. Interessante l’inserimento del bulgaro, autore di una doppietta, che potrebbe essere una valida alternativa ai titolari.

Meraviglioso, invece, il Napoli, che dimostra ancora una volta di essere tornato quello di un tempo. La corsa al terzo posto proseguirà fino all’ultima giornata, fondamentali saranno gli scontri diretti che le avversarie dovranno appunto disputare. Può ritenersi già retrocesso il Cagliari, forse la più grande delusione di questa stagione. L’avevo detto in tempi non sospetti che il tecnico bosniaco è ormai il passato del calcio italiano.

Infine, bruttissimo e velenosissimo il derby tra Inter e Milan. Poteva essere il derby della svolta, ma è stato solo il derby della conferma dello squallore e della crisi delle milanesi. Sicuramente c’ha provato di più la squadra nerazzurra, ma comunque troppo poco per meritare davvero la vittoria. C’è da dire che il progetto comincia ad ingranare. Diversamente, i rossoneri hanno ritrovato alcune certezze, almeno a livello tattico, ma risultano troppo abulici in attacco. Si spera che sia l’ultimo derby del fallimento e che possa tornare il derby della vittoria di trofei importanti.

RISULTATI

Anticipi Sabato:

– Sampdoria-Cesena 0-0

– Juventus-Lazio 2-0 Tevez, Bonucci

Domenica

– Sassuolo-Torino 1-1 Berardi 45′ rigore e Fabio Quagliarella 58′ rigore.

– Chievo-Udinese 1-1 Pellissier 39′ ed autogol di Cesar 71′

– Empoli-Parma 2-2 Lodi 19′, Maccarone 32′, Tonelli 45′ e Belfodil 73′

– Palermo-Genoa 2-1 Chochev 9′ e 30′, Iago Falque 50′

– Roma-Atalanta 1-1 Francesco Totti 2′ rigore, German Denis 23′ rigore

– Cagliari-Napoli 0-3 Callejon 24′, autogol Balzano, Gabbiadini 60′

– Inter-Milan 0-0

– Fiorentina-Verona lunedì 20 aprile ore 20:45

CLASSIFICA

1. Juventus 31 22 7 2 59:15 73

2. Lazio 31 18 4 9 58:30 58

3. Roma 31 15 13 3 42:23 58

4. Napoli 31 15 8 8 53:37 53

5. Sampdoria 31 12 14 5 38:31 50

6. Fiorentina 30 13 10 7 43:34 49

7. Genoa 31 11 11 9 43:36 44

8. Torino 31 11 11 9 36:33 44

9. Milan 31 10 13 8 44:37 43

10. Inter 31 10 12 9 46:37 42

11. Palermo 31 10 11 10 44:45 41

12. Sassuolo 31 8 12 11 37:46 36

13. Chievo 31 9 9 13 23:32 36

14. Udinese 31 8 11 12 34:42 35

15. Empoli 31 6 16 9 32:38 34

16. Verona 30 8 9 13 36:54 33

17. Atalanta 31 6 12 13 27:42 30

18. Cesena 31 4 11 16 28:53 23

19. Cagliari 31 4 9 18 35:61 21

20. Parma 31 5 5 21 26:58 13

MARCATORI

1. Tevez C. Juventus 18
2. Icardi M. Inter 16
2. Menez J. Milan 16
4. Toni L. Verona 15
5. Dybala P. Palermo 13
5. Higuain G. Napoli 13
7. Quagliarella F. Torino 12
8. Berardi D. Sassuolo 11
8. Callejon J. Napoli 11
8. Di Natale A. Udinese 11
8. Gabbiadini M. Napoli (Sampdoria) 11
12. Anderson F. Lazio 10
12. Klose M. Lazio 10

Benito Letizia

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia