Serie A, la classifica aggiornata dopo la 30^ Giornata

E’ stata una 30° giornata di Serie A assolutamente emozionante per i club italiani, che hanno scoperto l’orgoglio e la professionalità del Parma, capace di battere la Juventus capolista.

Si spera che questa sconfitta non sia probante per la sfida di Champions League per i bianconeri, apparsi deconcentrati e poco motivati contro una squadra viva, che giocherà fino alla fine, nonostante l’ufficialità del fallimento. E’ questo il bello del calcio, una grande dimostrazione di sportività.

Il Genoa si rialza dopo qualche risultato negativo, praticamente affossando il Cagliari, che può essere considerata già la seconda squadra retrocessa, seppur rimanga tempo per la matematica.

Torna alla vittoria anche l’Inter, che prova ad uscire dalla crisi di prestazioni e risultati delle scorse settimane per chiudere decentemente una stagione assolutamente fallimentare. Davvero ottima la partita a Verona, che avrebbe bisogno anche di qualche altro punto per assicurarsi la salvezza.

Il Chievo può considerarsi salvo grazie alla vittoria nello scontro diretto con il Cesena, che ha sprecato una clamorosa occasione per riaprire il discorso terzultimo posto. La salvezza, in tal senso, sembra assolutamente impossibile da raggiungere.

Onore alla Lazio, capace di racimolare la nona vittoria consecutiva, abbattendo l’Empoli e conquistando il secondo posto. Rimonta assolutamente pazzesca dei biancocelesti, una vera e propria dimostrazione di programmazione e capacità di reinventarsi rilanciandosi dopo anni di anonimato. Ora il sogno Champions League è più che possibile, una chimera pronta a diventare realtà.

Male la Roma, fermata a Torino, che prova a conservare le proprie speranze europee. I giallorossi ora sono terzi, impensabile all’inizio della stagione. La profonda crisi sembra comunque alle spalle, ma è necessario accumulare più punti possibili e inanellare qualche vittoria consecutiva per blindare almeno il terzo posto dall’assalto delle inseguitrici.

L’inseguitrice più probabile rimane il Napoli, che ha distrutto la Fiorentina nello scontro diretto. Grande prestazione dei partenopei, che hanno dimostrato come funziona talvolta il ritiro punitivo. Male i viola, che sembrano solo l’ombra di se stessi e rischiano di trasformare una stagione della possibile consacrazione a fallimento assoluto. Giovedì è necessario vincere per entrambe le squadre in Europa League, sogno possibile da realizzare vista la concorrenza.

Praticamente salvo il Palermo, che vince con l’Udinese nella sfida dei talenti pronti ad esplodere. Si rialza molto bene l’Atalanta, tre punti fondamentali per avvicinarsi alla salvezza quelli conquistati contro il Sassuolo, tranquillo, ma comunque in crisi.

Infine, il Milan spreca una clamorosa occasione per riaprire i discorsi per il sesto posto contro la Sampdoria, cinica e pragmatica al massimo. I rossoneri avrebbero meritato di più, ma questa è una stagione così e non resta che il tempo di chiuderla dignitosamente, provando a capire chi è da Milan nella rosa.

Ecco i risultati: 

GENOA-CAGLIARI 2-0 (52° Niang (GEN); 57°Iago (GEN)

PARMA-JUVENTUS 1-0 (60° J. Mauri (PAR))

VERONA-INTER 0-3 ( 11° Icardi, 48°Palacio , 90° Moras autorete)

CESENA-CHIEVO 0-1 (82°Pellissier)

ATALANTA-SASSUOLO 2-1 (42°Debis (ATA) ; 59°Berardi (SASS) ; 63° Denis (ATA) )

LAZIO-EMPOLI 4-0 (4°Mauri , 31°Klose, 44°Candreva, 53°Felipe Anderson)

NAPOLI-FIORENTINA 3-0 (23°Mertens , 71° Hamsik, 89° Callejon)

TORINO-ROMA 1-1 (57° Florenzi , 64° Maxi Lopez (TOR)

UDINESE-PALERMO 1-3 (15° Lazaar , 21° Rigoni , 66° Chochev (PAL) ; 81° Di Natale (UDI))

MILAN-SAMPDORIA 1-1 (59° Soriano (S), 75° aut. Duncan (M))

CLASSIFICA

  1. Juventus 70
  2. Lazio 58
  3. Roma 57
  4. Napoli 50
  5. Fiorentina 49
  6. Sampdoria 49
  7. Torino 43
  8. Milan 42
  9. Inter 41
  10. Genoa 41 *
  11. Palermo 38
  12. Sassuolo 35
  13. Chievo 35
  14. Udinese 34
  15. Empoli 33
  16. Hellas Verona 33
  17. Atalanta 29
  18. Cesena 22
  19. Cagliari 21
  20. Parma 16 * (- 3)

CLASSIFICA MARCATORI 

  1. Tevez C. Juventus 17
  2. Icardi M. Inter 16
  3. Menez J. Milan 16
  4. Toni L. Verona 15
  5. Dybala P. Palermo 13
  6. Higuain G. Napoli 13
  7. Di Natale A. Udinese 11
  8. Quagliarella F. Torino 11
  9. Anderson F. Lazio 10
  10. Berardi D. Sassuolo 10
  11. Callejon J. Napoli 10
  12. Gabbiadini M. Napoli (Sampdoria) 10
  13. Klose M. Lazio 10

Benito Letizia

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia