Chievo Verona: Procura chiede 15 punti di penalizzazione, rischio retrocessione in Serie B

Il Chievo Verona rischia grosso: la richiesta della procura della FIGC è di 15 punti di penalizzazione nella stagione 2017-18. Vorrebbe dire Serie B.

chievo

La procura della Figc ha chiesto una penalizzazione di 15 punti per il Chievo Verona, da scontare nella stagione 2017/2018. La richiesta è stata avanzata davanti al Tribunale federale nazionale, durante il processo per plusvalenze fittizie che vede coinvolto anche il Cesena.

Se dovesse essere accolta la richiesta della procura, il Chievo andrebbe in Serie B, avendo chiuso l’ultima stagione con 5 punti di vantaggio sull’ultima delle retrocesse, ossia il Crotone. Stessa richiesta di 15 punti di penalizzazione per il Cesena.

La richiesta di 15 punti di penalizzazione, nei dettagli, viene avanzata dalla procura Figc calcolando 5 punti per ciascuna delle tre stagioni nelle quali sarebbero state effettuate le plusvalenze fittizie. La procura della Figc inoltre ha chiesto una inibizione di 36 mesi per il presidente del Chievo Verona, Luca Campedelli.

L’avvocato del Chievo, Marco De Luca, ha così commentato la notizia: “Mi aspettavo una richiesta più grossa da parte dalla procura della Figc, perché quando si ha torto si fanno sempre richieste pesanti per fare impressionare i tribunali“, De Luca ha poi continuato “E’ un deferimento fragilissimo che contiene errori marchiani anche nei numeri.

Il legale ha parlato anche della situazione del presidente Campedelli che si dice “molto dispiaciuto ed amareggiato, lo ritiene un deferimento punitivo, in quanto ha sempre rispettato alla lettera quanto disposto dalle procedure federali in merito alla contabilizzazione dei contratti di acquisto e di vendita“.