Capello pronto a dire addio allo Jiangsu Suning: può sostituire Ventura come ct dell’Italia

Sembra ormai arrivata ai titoli di coda l’avventura di Fabio Capello allo Jiangsu Suning. Infatti dopo essere stato seduto per un anno sulla panchina della società cinese, il tecnico italiano ha deciso di lasciare probabilmente per nuove mete. Il rapporto che lega Capello e Ventura è una possibile successione sulla panchina azzurra.

Spesso e volentieri, negli anni passati, Capello è stato accostato alla panchina della nazionale Italiana ma per sua volontà non si è mai accomodato. Oggi, dopo l’esperienza in Cina, potrebbe essere la volta buona per l’esperienza in azzurro, senza però dimenticare che l’attuale CT ha un contratto con la FIGC fino al 2020.

Giampiero Ventura è il soggetto che sta subendo maggiori critiche in questi giorni a causa del pareggio con la Macedonia e più in generale del non aver dato a questa Italia un’impronta è uno stile di gioco degno del blasone costruitosi negli anni.

Per salvaguardare la propria panchina, Ventura dovrà difendersi dall’assedio di Capello centrando la qualificazione ai play off. Importantissimo quindi sia per il tecnico che per la nazionale vincere ed accedere al mondiale. Sarebbe però altrettanto importante riuscire a trovare la giusta disposizione tattica per riuscire a fare prestazioni all’altezza, giocando un calcio divertente che possa dare la speranza di essere competitivi al prossimo mondiale.

Migliori Bookmakers AAMS

Sito scommesseCaratteristicheBonusVai al sito
Eurobet10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€ Vai al sito
SNAIBonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Vai al sito
Starcasino ScommesseFino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€ Vai al sito

Informazioni sull'autore
Nato a Foggia il 19/12/1997, studente di Scienze delle Attività Motorie e Sportive all'Università degli studi di Foggia, sono un amante del calcio e dello sport in generale. Tifoso dei colori della mia città e dell'Inter, ambisco a diventare un giornalista sportivo a livello nazionale.
Tutti i post di Teo Carlucci