Calciomercato Roma, si stringe per il centrale: Nacho o Dragovic

Lo spagnolo del Real e l’austriaco del Bayer Leverkusen i nomi in cima alla lista di Monchi per il ruolo di centrale di difesa.

La Roma non è abbastanza coperta dietro. Hector Moreno, Fazio (apparso ultimamente troppo in difficoltà) e Juan Jesus  non garantiscono alla squadra la tranquillità necessaria per iniziare con i buoni propositi sia in Campionato che in Champions. L’aver trattenuto Manolas a Trigoria è stato fondamentale, ma bisognerebbe anche affiancare al greco una figura di esperienza capace di infondere sicurezza alla squadra.

Nacho

Facile attendersi che ormai bisognerà aspettare la prossima settimana per il nuovo innesto, e in questo senso saranno molto utili le indicazioni che arriveranno da Bergamo nel match con l’Atalanta di domenica pomeriggio. Tra i primi nomi segnati sul taccuino di Monchi ci sono Dragovic e Nacho. L’austriaco (di origine serba) viene valutato dal Bayer Leverkusen 20 milioni di euro, due in più dei 18 spesi un anno fa per acquistarlo dalla Dinamo Kiev.

La cifra è alta, forse troppo per le casse romaniste. Il centrale che arriverà dovrà essere forte, esperto, magari anche giovane ma non dovrà sconvolgere le logiche economiche della squadra giallorossa. Monchi proverà ad abbassare la cifra, ma almeno al momento la pista Dragovic, sembra essere tra le due la meno percorribile. Più facile sembrerebbe invece la strada che porta a Nacho Fernandez del Real Madrid.

Lo spagnolo, ai ferri corti con Zidane che non lo considera indispensabile, sta cercando di liberarsi dal Real, la squadra di una vita. I media iberici parlano addirittura di un incontro tra le parti per rescindere l’attuale contratto in scadenza nel 2021. Il canterano, nel pieno della maturità calcistica (27 anni), vorrebbe trovare una squadra che gli garantisca la titolarità nell’anno dei Mondiali in Russia. La valutazione che ne danno i blancos è di circa 15 milioni di euro, più bassa dunque di quella per Dragovic. Inoltre, il fatto che Nacho possa essere impiegato anche da terzino destro, occupando all’occorrenza il ruolo che è stato di Rudiger, potrebbe far pendere decisamente l’ago della bilancia verso Madrid.