Calciomercato Roma, Gennaio 2017: obiettivi, acquisti e possibili cessioni

Per confermare l’attuale rosa ed esercitare tutti gli obblighi di riscatto a giugno, alla Roma serviranno 40 milioni di euro. Il mercato di gennaio rischia di subire così una brusca frenata e si tenterà solo il colpo economico e last-minute. Perso già Rincon del Genoa approdato alla rivale Juventus, l’alternativa è Torriera della Sampdoria.

Lucas Torreira

Tra problemi economici, fair play finanziario, diritti ed obblighi di riscatto, il club di Pallotta ha ben poco da sorridere. A giugno i milioni di euro da sborsare per riscattare i giocatori giallorossi arrivati a Roma con la formula del diritto od obbligo di riscatto, saranno 40 o poco meno. E la finestra del mercato invernale rischia così di rimanere chiusa.

Per riscattare i 6 giocatori con i quali la Roma ha sottoscritto un accordo di prestito con diritto/obbligo di riscatto (Bruno Peres 12.5, Perotti 9, Juan Jesus 8, Mario Rui 6, Fazio 3.2, Emerson Palmieri  2.5) i giallorossi, volenti o nolenti, a giugno dovranno sacrificare per pareggiare il bilancio uno dei loro pezzi forti: Manolas, Rudiger o Nainggolan.

Gregoire Defrel

OBIETTIVI – Per rinforzare il centrocampo e far rifiatare Strootman e De Rossi (verso il rinnovo) la Roma puntava tutto su Tomas Rincon del Genoa che però ha scelto la Torino bianconera. L’alternativa per i capitolini allora risponde al nome di Lucas Torreira, giovane classe ’96 della Sampdoria. Con un occhio al Siviglia pronto a soffiare l’affare ai giallorossi.

L’altro asse caldo è quello con il Sassuolo per i due neroverdi Pellegrini e Defrel da tempo in orbita romanista. Sull’ex giallorosso i capitolini vantano un diritto di recompra, fissato a 10 milioni di euro, che potrebbe agevolare la Roma nel caso la concorrenza per il giovane talento del Sassuolo si facesse serrata. 

Jesé Rodriguez

Diverso è il discorso per Defrel. L’attaccante francese è da tempo nel ventaglio dei possibili sostituti di Mohamed Salah (impegnato in Coppa d’Africa, ndr) che Spalletti da tempo chiede per non trovarsi scoperto sulla fascia d’attacco destra, nonché offrire un’alternativa ad Edin Dzeko nel ruolo di centravanti.

L’altro nome gettonato in casa giallorossa è quello di Jesé Rodriguez del Psg. Lo spagnolo, che sembrava destinato al Las Palmas, è tornato sulla cresta dell’onda dopo le parole del Presidente del club iberico che ha fatto sapere di non potersi permettere il suo ingaggio (3.5 milioni di euro). E la Roma sta alla finestra continuando a seguire le altre alternative a Salah: tra tutti El Ghazi dell’Ajax e Depay del Manchester United sempre più lontano dai Red Devils. Con uno sguardo particolare verso l’ex Fabio Borini.

Juan Manuel Iturbe

CESSIONI – L’unico partente in casa giallorossa nel mercato invernale dovrebbe essere Juan Manul Iturbe. Il paraguaiano, nonostante le diverse chances (soprattutto in Europa League) non ha ancora convinto Spalletti e sembrerebbe ormai inevitabile una sua cessione verso altri lidi. I rapporti incrinati con il Genoa per il caso Rincon-Juventus stanno spingendo sempre più l’esterno romanista verso Torino, sponda granata, con la formula del prestito oneroso e riscatto fissato a 10 milioni di euro. E con Mihajlovic che lo aspetta il prima possibile per aggregarlo in rosa e averlo a disposizione già per la prima partita dell’anno.