Calciomercato Napoli: per la fascia sinistra spunta Karbownik

Calciomercato Napoli: Michael Karbownik, terzino sinistro del Legia Varsavia, finisce nel mirino del DS Giuntoli. Può essere l’alternativa a Mario Rui.

Dopo l’ufficializzazione dei rinnovi di Mario Rui, Di Lorenzo ed Elmas e l’acquisto ormai datato di Victor Osimhen, il Napoli continua a muoversi sul mercato e sonda il terreno per Michael Karbownik, terzino sinistro classe 2001 del Legia Varsavia. Dalla Polonia danno già per fatto l’affare anche se mancano ancora dei dettagli da sistemare.

Calciomercato Napoli: è fatta per i rinnovi di Di Lorenzo e Mario Rui
Calciomercato Napoli: piace Karbownik del Legia Varsavia.

Karbownik, come detto, è un terzino sinistro ambidestro rapido e tecnicamente dotato che all’occorrenza può essere schierato anche sulla fascia destra. Nelle sue corde rientra anche la giocata alla Robben (rientro al centro e tiro dal vertice dell’area) mostrata spesso nella sua fin qui breve carriera. Giuntoli lo segue da un po’ perché il giovane esterno basso potrebbe rappresentare l’alternativa giusta a Mario Rui che, fresco di rinnovo, avrà sicuramente bisogno di un sostituto durante l’arco della nuova stagione che vedrà il Napoli impegnato su tre fronti.

Il costo dell’operazione è di circa 7 milioni di euro, cifra record per il campionato polacco, ma non certo per quello italiano. Con l’arrivo di Karbownik e la conseguente cessione di Ghoulam, i partenopei completerebbero le operazioni riguardanti la fascia sinistra che avrebbe quindi due validi elementi su cui contare anche in vista della partecipazione alla fase a gironi della prossima Europa League.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
Maturità scientifica. Laurea in Lettere e Filosofia (Indirizzo moderno). Appassionato di scrittura, fotografia e calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi