Calciomercato Milan: seguiti Kjaer, Barco e Scamacca

Il Milan continua ad essere assolutamente vigile sul mercato, continuando ad incrementare la lista dei talenti da osservare e a cui bisognerà eventualmente dare l’assalto tra qualche mese, iniziando a gettare le prime basi ed effettuando i primi approcci.

Per quanto riguarda la difesa, l’ultimo nome emerso è quello di Simon Kjaer, 27enne difensore centrale che milita attualmente al Fenerbahce.
L’ex Palermo (2008-2010) a fine stagione avrebbe intenzione di provare una nuova esperienza e sulle sue tracce ci sono già, oltre ai rossoneri, Chelsea e Manchester United. La concorrenza però non è l’unico scoglio da superare, in quanto il club turco valuta il danese ben 12 milioni di euro. 

Il gigante danese sembra però aver raggiunto un certo livello di maturazione ed essere pronto per il salto di qualità definitivo, disputando stagioni importanti in giro per l’Europa tra Wolfsburg, Lille e Fenerbahce, dopo l’annata non esaltante invece alla Roma, che nel 2011 aveva provato a riportarlo in Serie A.

Per quanto riguarda invece la tanto acclamata linea verde, Mirabelli ha messo nel mirino Gianluca Scamacca, giovane attaccante della Primavera del Sassuolo. Il classe 1999 ha dato un contributo determinante alla vittoria degli emiliani nel Torneo di Viareggio, ben impressionando ed attirando su di lui l’attenzione di molti osservatori.

E’ difficile pensare che una società come il Sassuolo si privi un elemento del genere, ma, soprattutto se il tanto atteso closing si concretizzerà, potrebbero aprirsi nuovi ed inaspettati scenari, con le due società pronte a stringere una sorta di partnership e intavolare qualche clamorosa trattativa, che potrebbe riguardare anche Domenico Berardi

Un’altro classe 1999 che ha stregato Fassone e Mirabelli è senza dubbio Ezequiel Barco, trequartista argentino che tanto ricorda Paulo Dybala, tanto da essere considerato in Argentina la nuova “Joya“, anche se il giovane fantasista dice di ispirarsi al “KunAguero

I media d’oltreoceano hanno rivelato di aver avvistato degli osservatori milanisti durante la partita Idipendiente-Velz, proprio per monitorare da vicino del prestazioni di quello che sarà certamente un calciatore dal radioso avvenire.