Calciomercato Juventus: Neto verso Valencia, Mattiello alla Spal

Sembra poter arrivare finalmente alla conclusione la telenovela Neto per la Juventus. Il portiere brasiliano, infatti, è sempre più lontano dal bianconero dopo un paio di stagioni in cui ha trovato davvero poco spazio a causa di un super Gianluigi Buffon. Il Valencia, allora, è pronto a fare il passo decisivo per portare a casa il suo nuovo estremo difensore.

Il club spagnolo sembra, nelle ultimissime ore, avere fatto passi in avanti superando la concorrenza per acquistare l’ex portiere della Fiorentina. Qualcosa, però, andrà ancora limato in termini di formula e costi.

La Juventus per lasciare partire il classe ’92 chiede non meno di 12 milioni di euro, cifra troppo alta per il Valencia che propone, invece, un prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 10 milioni di euro tra una stagione.

La Vecchia Signora però non vorrebbe scendere sotto quella cifra ed il rischio che accada è concreto. Questo affare in stand-by sta inoltre chiudendo le porte anche a Wojciech Szczesny, bloccato a causa della mancata partenza proprio di Neto.

Ora l’ex giocatore della Roma, rientrato all’Arsenal, sembra essere più lontano e Marotta per questo motivo sta sondando il terreno per Gianluigi Donnarumma, osservato speciale numero uno all’Europeo dell’Italia, terminato ieri sera.

Nei prossimi giorni è attesa comunque una fumata bianca per la trattativa Neto-Valencia, ma la sensazione è che gli intoppi sul cammino siano maggiori del previsto.

Calciomercato Juventus: Federico Mattiello in prestito alla Spal

Sembra essere finito il periodo di fermo per Federico Mattiello. Il terzino classe ’95, davvero sfortunato a causa dei suoi gravi e prolungati problemi fisici, giocherà nella neopromossa Spal, che ha voluto fortemente puntare su di lui per rilanciarsi. La formazione di Leonardo Semplici è l’ambiente giusto per ripartire.

Il ragazzo, fermo di fatto ormai da due anni a causa della rottura di tibia e perone in uno scontro di gioco con Naingollan della Roma quando ancora militava, in prestito, nel Chievo, ripartirà dunque dalla compagine neopromossa in Serie A con la stessa formula: prestito con diritto di riscatto e successivo contro-riscatto in favore dei bianconeri.