Calciomercato Juventus, affare Cristiano Ronaldo: Mendes non smentisce, manca solo l’ultimo ok

La Juventus ha deciso di fare l’operazione Cristiano Ronaldo dopo il via libera da parte di Agnelli all’investimento di 360 milioni di euro totali. Dopo l’incontro con Perez, durante il quale è stata ufficializzata la volontà di andare via dal Real Madrid, è atteso solo l’ultimo ok da parte di Mendes, che non smentisce pubblicamente, sul presunto gentlemen agreement sulla cifra dei 100-120 milioni di euro 

Quello che sembrava essere solo un grandissimo sogno, potrebbe diventare realtà. Manca davvero pochissimo per la chiusura dell’affare del secolo. Infatti, Cristiano Ronaldo alla Juventus non è solo suggestione, ma potrebbe realizzarsi nei prossimi giorni, se non addirittura nelle prossime ore. 

Ma andiamo con ordine. Subito dopo la vittoria della terza Champions League consecutiva, il Pallone d’Oro aveva dichiarato pubblicamente la propria volontà di lasciare il Real Madrid. Dietro il suo sfogo ai media probabilmente la rottura del rapporto con il presidente Florentino Perez, non disposto ad accettare le ingerenze del portoghese, che aveva chiesto l’aumento dell’attuale ingaggio.

Infatti, secondo Cristiano Ronaldo, essendo il giocatore più forte al mondo, lo stipendio doveva essere da migliore del mondo, quindi non inferiore agli acerrimi nemici, Lionel Messi e Neymar. Per questo, quindi, aveva chiesto, tramite l’agente Jorge Mendes, l’aumento dell’attuale accordo da 21,5 milioni a 30 milioni di euro netti a stagione, ricevendo solo un netto rifiuto da parte del Real Madrid. 

Nelle scorse settimane, poi, sono circolate voci sempre più insistenti su un possibile interessamento della Juventus, che hanno trovato conferme con il passare dei giorni. Infatti, c’è stato un summit tra Mendes e i massimi dirigenti bianconeri, Beppe Marotta e Fabio Paratici, ai quali è stato praticamente offerto su un piatto d’oro la possibilità di acquistare Cristiano Ronaldo. 

Dopo alcuni giorni di valutazioni da parte della Juventus, soprattutto per gli aspetti concernenti i possibili esborsi per il bilancio, è stato il presidente Andrea Agnelli a dare il via libera a Marotta per provare ad affondare il colpo per Cristiano Ronaldo, forte non solo della possibilità di sfruttare l’abbassamento della famosa clausola da 1 miliardo di euro fino a 100-120 milioni di euro, ma anche della possibilità di ammortare i 30 milioni di euro netti, nonché 60 milioni di euro lordi, a stagione, per quattro anni, per un’operazione totale da 360 milioni di euro, attraverso escamotage. 

Infatti, non solo c’è la possibilità di sfruttare lo stesso sponsor tecnico, cioè Adidas, ma anche possibili nuovi accordi attraverso la controllante Exor, pronta a fare di Cristiano Ronaldo il nuovo testimonial di Ferrari e Fiat, pagando 20 milioni di euro a stagione, riducendo i costi della Juventus, società che comunque fattura ben 500 milioni di euro annui e, allo stesso tempo, si sta in qualche modo ripagando del possibile esborso con la crescita pari quasi al 12% delle quote, finora fatta registrare in Borsa, ancora prima dell’arrivo del fuoriclasse portoghese. 

Manca poco, dicevamo, per la chiusura dell’affare Cristiano Ronaldo. Manca, ormai, solo la conferma da parte di Mendes sulla cifra da pagare al Real Madrid. Infatti, la nuova cifra, che dovrebbe essere, come poco prima detto, tra i 100 e i 120 milioni di euro, non è una vera e propria clausola esercitabile, ma più un accordo tra il giocatore e Perez sancito ad inizio anno. 

Insomma, un vero e proprio gentlemen agreement, che coinvolgerebbe anche i termini di pagamento. Solo dopo la conferma della cifra da sborsare, la Juventus farà passi ufficiali anche con il Real Madrid. Da parte loro, Marotta e Paratici già stanno programmando il viaggio conclusivo dell’operazione verso Madrid, avendo già in mano la possibilità di prenotare un volo con un jet privato, pronto a decollare per realizzare il grande sogno.

D’altronde, se sono arrivate le smentite sulle offerte al PSG per Neymar e Kylian Mbappe, non si può dire lo stesso per Cristiano Ronaldo, da parte del Real Madrid, forse consapevole di non poter fare brutte figure in caso di addio. E sono arrivate anche le parole di Jorge Mendes a Record, una palese apertura al trasferimento del proprio assistito: 

Se Cristiano Ronaldo andrà via dal Real sarà eternamente grato al club, al presidente, allo staff medico, tutti i madridisti del mondo. Se questo succederà, sarà per una nuova brillante tappa della sua carriera. 

In attesa di scoprire i prossimi passi ufficiali di Juventus, Real Madrid, Cristiano Ronaldo e Jorge Mendes, arrivano indiscrezioni pressanti sia sulla possibilità da parte di Juan Camilo Cuadrado di cambiare numero di maglia, prendendo il “16” e lasciando il “7” al portoghese, sia sul possibile arrivo a Ceselle per la presentazione ufficiale all’Allianz Stadium, forse sabato 7 luglio, senza dimenticare ovviamente le voci sulla possibilità di visitare l’ormai ex villa di Zinedine Zidane, individuata come possibile dimora dei prossimi anni. 

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia