Calciomercato, dominio di attaccanti: Dybala-Manchester United, Lukaku-Inter e Icardi Juventus?

In ottica calciomercato estivo, si potrebbe aprire il primo valzer degli attaccanti.

Al centro di questo valzer, o meglio triangolo di mercato, ci sono Juventus, Inter e Manchester United. I calciatori che verranno messi in circolo sono Paolo Dybala, Mauro Icardi e Romelu Lukaku. Tutto nasce dalla frattura tra Icardi e l’Inter con i neroazzurri che valutano nuove opzioni e soluzioni. Il bisogno di una punta da area di rigore è primario. Il prescelto sembrano essere Lukaku vista la sua stazza che si è rivelata più volte decisiva in area di rigore.

L’attaccante belga potrebbe dare più alternative alla manovra neroazzurra orfana di Icardi. Per sopperire all’eventuale partenza del proprio numero 9, il Manchester United, potrebbe fare all-in su Dybala. La “Joya” ha ormai un ruolo subordinato nei bianconeri e non è da escludere che in estate lasci la Juventus. L’Inghilterra è una pista concreta con il Manchester United che potrebbe sostituire Lukaku in questo modo. 

calciomercato

A questo punto a restare scoperta sarebbe la Juventus. Strappare l’ex capitano all’Inter non è impossibile, sopratutto dopo il vertice che c’è stato tra il calciatore, sua moglie/procuratore e Marotta. Quello che è emerso infatti è che i figli devono crescere in Italia. L’augurio dei tifosi neroazzurri è che il numero 9 torni in campo. La possibilità invece è che l’argentino resti in Italia ma approdi sotto la Mole.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Teo Carlucci

Informazioni sull'autore
Nato a Foggia il 19/12/1997, studente di Scienze delle Attività Motorie e Sportive all'Università degli studi di Foggia, sono un amante del calcio e dello sport in generale. Tifoso dei colori della mia città e dell'Inter, ambisco a diventare un giornalista sportivo a livello nazionale.
Tutti i post di Teo Carlucci