Cagliari Juventus 0-2 Voti e Pagelle: Higuain letale, Marchisio ritrovato, Cuadrado trascinatore

I voti e le pagelle di Cagliari Juventus 0-2, 24° giornata Serie A: Ottima prova corale del 4-2-3-1 di Allegri, dove Higuain fa doppietta su assist di Dybala e Marchisio. Sulla trequarti Cuadrado corre e compie benissimo le due fasi, in difesa Buffon è decisivo sull’unica occasione pericolosa del Cagliari, mentre Rugani è perfetto in difesa.

La Juventus non è stata perfetta né tantomeno bella esteticamente e sotto il profilo del bel gioco, ma poco contava: il Cagliari è stato sconfitto per 0-2 grazie ad una doppietta del solito Gonzalo Higuain. Ed è quello che conta.

Prova corale di ottima qualità per i bianconeri, che dimostrano quanto non sia il modulo a fare la differenza ma il sacrificio della squadra: ad inizio anno, infatti, un 4-2-3-1 sarebbe sembrato un modulo ultra offensivo e squilibrato, ma in realtà adesso è divenuto una vera e propria macchina da guerra sia per l’attacco ma soprattutto per la difesa.

Venendo ai singoli, ottima la prova di Buffon, miracoloso su una conclusione perfetta di Pisacane, così come quella del subentrante Rugani, sempre più in crescita sotto il profilo tattico e dell’attenzione difensiva.

In mediana promosso a pieni voti Marchisio, così come sulla trequarti Cuadrado e Dybala, sempre al centro della manovra offensiva il cui perno è ovviamente Gonzalo Higuain.

TABELLINO CAGLIARI JUVENTUS 0-2: LE PAGELLE DI STADIOSPORT.IT

CAGLIARI (4-3-2-1): Rafael 4.5; Pisacane 6 (81′ Padoin s.v.), Capuano 5, Bruno Alves 6, Murru 5.5; Isla 6, Dessena 5 (62′ Ionita 6), Di Gennaro 6, Barella 4.5; Borriello 6.5 (75′ Ibarbo 6.5), Sau 6.5. Allenatore: Rastelli.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon 7; Lichtsteiner 6.5, Bonucci 5.5, Chiellini 6 (18′ Rugani 7), Alex Sandro 6; Khedira 6.5, Marchisio 7 (67′ Pjanic 6.5); Cuadrado 7, Dybala 6.5 (91′ Lemina s.v.), Mandzukic 6; Higuain 7.5. Allenatore: Allegri.

ARBITRO: Calvarese (Teramo)

MARCATORI: 37′ Higuain (J), 47′ Higuain (J).

I MIGLIORI

Higuain 7.5: Letale. E’ questo l’aggettivo migliore per descrivere il Pipita ieri sera contro il Cagliari. Dopo un primo tempo complicato in cui le occasioni per i bianconeri non c’erano praticamente mai state per 37 minuti, alla prima palla utile l’argentino si avventa come un falco e la mette dentro. Bissa poi ad inizio ripresa. Poi aiuta la squadra con grande sacrificio ed umiltà. I gol adesso in campionato sono 18, 22 in stagione.

Marchisio 7: Tornato dal 1′ dopo la ricaduta fisiologica causata dal recupero dall’infortunio della passata stagione. Il ragazzo dimostra quanto sia importante per l’economia della squadra in assenza di un Pjanic che sicuramente limiterà il suo spazio in campo, ma i due possono anche coesistere. L’assist per il primo gol del Pipita è da vero e proprio regista, segnale inequivocabile del fatto che il centrocampista si è calato perfettamente in questo ruolo anni fa non suo. Al di là di questo la sua prova è stata importante sotto il profilo del sacrificio e della qualità della manovra: Marchisio in questa fase della stagione sarà un aiuto in più per Allegri, l’ennesima freccia nella sua già capiente faretra.

Cuadrado 7: Da riserva di lusso di non facile collocazione a giocatore imprescindibile. Dopo il cambio di modulo Allegri non riesce più a fare a meno del colombiano che anche quest’oggi si dimostra in palla ed in una condizione strepitosa, come dimostra lo scatto che da’ l’avvio al vantaggio della Vecchia Signora. E’ migliorato anche in fase di copertura, ma la sua gamba, la velocità e la tecnica sono davvero strepitose, soprattutto se messe al servizio dei compagni.

I PEGGIORI

Rafael 4.5: E’ colpevole su entambi i gol messi a segno da Higuain. La colpa certamente non è piena, ma sicuramente avrebbe potuto fare qualcosa di più su entrambi i tiri del Pipita, specialmente sul secondo dove la palla di fatto è passata sotto il braccio del portiere brasiliano.

Barella 4.5: Partita di quantità più che di qualità per il centrocampista classe ’97 che pecca certamente di esperienza con due ammonizioni evitabili, soprattutto la seconda con un fallo su Pjanic, entrato da pochissimi secondi in campo. Il Cagliari a dire il vero si sblocca dopo la sua uscita, ma certamente giocare in 11 avrebbe aiutato la manovra.

Capuano 5: Distratto su entrambi i gol, sbaglia il fuorigioco concedendo spazio in mezzo all’area ad Higuain, uno che con gli spazi va a nozze. Sulla seconda rete sbaglia la diagonale difensiva: in sostanza, gran parte delle occasioni bianconere si svolgono nella sua zona di competenza.