Bundesliga: Bayern Monaco – Eintracht Francoforte 5-1. Il Bayern è Campione di Germania. Festa con Coman, Alaba, Sanches, Ribery e Robben.

Il Bayern Monaco non fallisce l’ultimo match point e nell’ultima giornata di campionato schianta 5-1 l’Eintracht Francoforte all’Allianz Arena ed è Campione di Germania per la 29° volta nella sua storia e per la 7° volta consecutiva. Coman, Alaba, Renato Sanches, Ribery e Robben (alla loro ultima partita con la maglia del Bayern) firmano la partita. Illusorio il pari di Haller per l’Eintracht che chiude al 7°posto e si guadagna l’ultimo posto per la prossima Europa League.

Nel giorno del possibile titolo e dl ritiro di tre bandiere come Rafinha, Ribery e Robben, Bayern Monaco di Niko Kovac si schiera col 4-3-3 con Ulreich in porta, difesa con Kimmich, Sule, Hummels e Alaba. Centrocampo con Goretzka, Thiago Alcantara e Mueller. Tridente Gnabry, Coman e Lewandowski.

L’Eintracht Francoforte che deve vincere e sperare nei passi falsi di Bayer Leverkusen e Borussia Moechengladbach si schiera col 3-1-4-2 con Trapp in porta, difesa con Hasebe, Hinteregger e Abraham. Fernandes mediano con de Guzman e Kostic centrali e Gacinovic e Da Costa sugli esterni. Coppia d’attacco Rebic e Jovic.

Il Bayern Monaco pare subito alla grandissima e dopo 3 minuti trova già il gol del vantaggio. Sponda di Lewandowski per Mueller, il tedesco vede l’inserimento in area di Coman e lo serve perfettamente, con il francese che di prima impatta un precisissimo destro piazzato che trafigge Trapp per l’1-0. Il Bayern domina per possesso e occasioni create e sfiora più volte il raddoppio: al 8° sinistro da fuori area di Alaba che impegna Trapp alla parata, sul corner seguente Lewandowski con un’incornata sfiora la traversa. Al minuto 11 il primo e unico tiro in porta dell’Entracht nei primi 45, ma è un destro debole e centrale che non impensierisce Ulreich. Un miuto dopo altra occasione per Lewandowski con un destro ravvicinato in area respinto da Trapp.

Al 25° il Bayern Monaco trova il gol del raddoppio: contropiede micidiale dei bavaresi, con Lewandowski che riceve palla al limite della metà campo avversaria e lancia in verticale Gnabry, la givoane ala tedesca arriva fino al limite dell’area per poi scarisare un preciso sinistro all’angolino imparabile per Trapp. Dopo consulto VAR però la rete viene annullata per fuorigioco iniziale dell’attaccante polacco che aveva avviato l’azione. Alla mezzora di gioco, doppia chance per Mueller: prima il tedesco colpisce la traversa da centro area su servizio basso di Coman, poi sull’azione seguente, riceve da Lewandowski in area ma nuovamente Trapp ferma gli attaccanti bavaresi. Al 37° Goretzka infortunato lascia il campo a Renato Sanches.

Nella ripresa Hutter prova a scuotere i suoi inserendo Haller al posto di de Guzman e prima di un’altra parata di Trapp che stoppa una progressione di Gnabry, al 49° l’Eintracht trova il clamoroso pari alla prima vera occasione: corner battuto da Kostic, Abraham impatta al volo ma prende la traversa, sulla respinta da 0 metri il più veloce è Haller che deposita in rete l’inaspettato 1-1. Il Bayern però non si scoraggia e si ricompatta subito. Al 51° ancora Gnabry ci prova col destro ma nuovamente Trapp gli dice di no, ma 1 minuto dopo è nuovo sorpasso Bayern. 

Mueller riceve al limite dell’area e calcia col destro, Trapp non trattiene e sulla respinta corta è lestissimo Alaba a scaraventarsi sulla sfera e firmare il 2-1. Il Bayern continua ad attaccare e va vicino al tris: bel cross di Alaba dalla sinistra, sponda di testa di Lewandowski che serve Gnabry che prova un destro al volo che esce di poco. Ma è solo il preludio perché al 57° Coman serve bene in area Renato Sanches, il portoghese sterza in area e piazza un bel destro che Trapp non trattiene ed è 3-1. 

L’Eintracht si scioglie e smette di giocare e comincia allora la passerella dei padroni di casa: Kovac permette l’ultima gara con la maglia del Bayern Monaco a due bandiere come Ribery e Robben che rilevano in un passaggio di testimone al contrario i loro giovanissimi alter ego Coman e Gnabry. E c’è tempo per Ribery e Robben di lasciare il segno. Minuto 72 bellissima azione personale del francese che sfonda sulla sinistra e insacca il 4-1 con un delizioso pallonetto a scavalcare Trapp.

5 minuti dopo è il turno di Robben: assist al bacio di Alaba, il 10 olandese deve solo appoggiare la palla per la cinquina finale. É festa Bayern Monaco che vince la 29°Bundesliga della sua storia e chiude in campionato con 78 punti (a +2 sulla grande rivale stagionale, il Borussia Dortmund) e chiude col miglior attacco (88 gol fatti) e la seconda miglior difesa (32 gol subiti, 3 in più del Red Bull Lipsia). Robert Lewandowski vince la classifica capocannonieri con 22 reti.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco