Basket, finale Serie A: Orgoglio Venezia, Trento al tappeto

Per la Reyer Venezia non c’era margine d’errore, un altro passo falso poteva voler dire addio ai sogni di gloria e coach De Raffaele ha saputo prepararla nel modo giusto, infondendo ai suoi ragazzi il giusto coraggio e la giusta voglia di riagguantare una Serie che era partita nel modo sbagliato, ma che adesso è sul 1-1 in virtù della vittoria sula Dolomiti Trento per 79-64.

Venezia riesce ad avere la meglio in Gara-2, superando la Dolomiti Trento e conducendo in porto una fondamentale vittoria per 79-64.
Al “Palasport Giuseppe Taliercio” sono i padroni di casa a partire forte, mostrando un miglior giro palla ed una grande scioltezza in fase realizzativa, raccogliendo i frutti di un ottima manovra che porta Venezia a ritrovarsi già a +7 dopo appena 3 minuti, con Trento in difficoltà evidente e che commette un insolito numero di falli.
Il risultato è un 26-19 alla fine della prima frazione di gioco, con Sutton in grande spolvero che tiene in vita le speranze di Trento.

Il secondo quarto si apre con la tripla messa a segno da Venezia che vale il +10, ma Flaccadori mostra il meglio del suo repertorio, accorciando le distanze e portando Trento sul -4, realizzando ben 2 triple consecutive e mettendo a referto 8 punti e 3 assist per i compagni.
La gara è combattutissima, nessuno vuole saperne di mollare e si va al riposo lungo sul 41-41, ma per Trento le brutte notizie provengono da Sutton, che riporta uno stiramento al bicipite femorale ed è costretto a lasciare il campo.

Il terzo quarto vede rientrare sul parquet due squadre stanche, con Venezia impaurita per il ritorno di fiamma degli avversarie e Trento che non vorrebbe sbilanciarsi per non rischiare di vanificare l’ottima rimonta.
D’altro canto, l’infortunio di Sutton ha tolto molto agli uomini di Buscaglia, che entrano in difficoltà sia dal punto di vista del pressing, che dall’impostazione.
Allora a spaccare in due il match ci pensa Haynes, che realizza 3 triple e regala ai padroni di casa un importantissimo +9, con Venezia che chiuderà poi il quarto con un parziale di 24-11, che fissa il punteggio sul 65-52.

L’ultimo quarto è caratterizzato dalle triple di Filloy e ancora Haynes, che portano Venezia sul +15, con Trento in ginocchio che non trova le forze per reagire ed il distacco che rimane tale fino alla sirena finale. Gara-2 termina sul 79-64, con la Serie fissata sul 1-1, ma che ora vedrà la Dolomiti Trento disputare in casa, al “Pala Trento“, Gara-3 e Gara-4 e che proverà a sfruttare il fattore casa per quelle che saranno partite fondamentali per l’assegnazione del titolo di Campione d’Italia.

Migliori Marcatori:
Venezia: Haynes 20, Peric 12, Ejim 9, Batista 9
Trento: Craft 17, Shields 12, Flaccadori 8, Hogue 8