Analisi Betis-Milan 1-1: spagnoli ancora bestia nera dei rossoneri

Analisi Betis-Milan 1-1: gli spagnoli partono forte e schiacciano la squadra di Gattuso, falcidiata dagli infortuni, e trovano il vantaggio con Lo Celso. Nella ripresa Ringhio cambia qualcosa ed i rossoneri giocano con più ordine e carattere, creando qualche palla-gol in più ed arrivando al pareggio

Tutto sommato poteva andare peggio. I rossoneri erano reduci da tre estenuanti partite, avevano gli uomini contati e la testa, inevitabilmente, almeno un po’, alla sfida di domenica contro la Juventus

Nel primo tempo la squadra di Siviglia ha giocato senza dubbio molto meglio, non creando moltissime palle-gol onestamente, ma passando comunque in vantaggio meritatamente. 

Nella ripresa Gattuso ha strigliato la squadra, ha riportato Calhanoglu sulla fascia sinistra passando dal 3-5-1-1 iniziale al 3-4-3 ed i ragazzi in campo hanno reagito bene. 

betis-milan

Il palleggio non è stato entusiasmante, ma il Milan in queste condizioni e con tutti questi uomini infortunati non doveva di certo pensare al pareggio. 
Piuttosto bisognare uscire il carattere e fornire una prestazione ordinata, senza sbavature, facendo arrivare più velocemente possibile la palla nella trequarti avversaria giocando più in verticale ed affidarsi all’estro di Suso, alla classe di Calhanoglu ed alla fame di Cutrone. 

Il classe ’98, però, è stato lasciato troppo da solo lì davanti, il turco è ancora segnato dall’infortunio rimediato nel derby e da una condizione fisica non ottimale, mentre lo spagnolo è ancora una volta l’uomo decisivo. 

Era importantissimo, fondamentale, non perdere e sarà altrettanto importante, nelle prossime due giornate, vincere con il Dudelange e non perdere contro l’Olympiakos per avere la certezza matematica di conservare il secondo posto, mentre per sperare nel primo bisognerà vincerle entrambe e sperare che il Betis inciampi. 

Destano preoccupazione le condizioni di Musacchio, Kessie e Calhanoglu, usciti malconci da questa partita e confermando che questo in questo periodo il Milan sta proprio perdendo i pezzi.