Young Boys-Juventus 2-1, dichiarazioni post-partita di Allegri:” Abbiamo iniziato bene, scegliamo le partite giuste da perdere”

Al termine della partita persa dalla Juventus con lo Young Boys, Allegri si è concesso ai microfoni per la consueta conferenza   stampa.

Allegri non pare così arrabbiato come lo si era visto durante la partita. Pieno di rimproveri e di critiche, ha scosso perennemente la testa, infastidito dagli errori più banali dei suoi giocatori.

La formazione bianconera ha iniziato bene, con buone occasioni da rete, soprattutto con Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha fallito l’opportunità giusta per ben due volte davanti alla porta. Il tecnico livornese ha sottolineato questo aspetto in conferenza con queste parole:

“Abbiamo iniziato bene, ma non abbiamo trovato il gol, poi è arrivato il rigore. Dopo il gol abbiamo ripreso ad attaccare. Quest’anno siamo anche bravi a scegliere le partite da perdere, ovvero quelle che contano meno”.

Riguardo la situazione dell’infortunio di Cuadrado, il tecnico ha risposto che ha avuto un piccolo problema al ginocchio, già sentito nella giornata di ieri. Domani si potrà sapere qualcosa di più sulle sue condizioni, dato che avrà degli accertamenti in merito.

Sull’errore di Alex Sandro ha preferito parlare di scarse motivazioni, più che di stanchezza dei suoi uomini. Mentre per quanto riguarda l’utilizzo dei cambi ha parlato di un’inizio un po’ scarso, per poi prendere piano piano confidenza:

“Hanno iniziato in sordina. Douglas ha messo tanti palloni in mezzo che dovevano essere sfruttati. Emre Can è entrato molto bene in campo”.

Pjanic è stato sostituito perché ha voluto fargli risparmiare dei minuti in campo. Sabato c’è un match importante di campionato con il Torino, poco tempo per recuperare. Questo spiega l’utilizzo di certi uomini e i cambi durante la partita.

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega