Volley, turno preliminare dei Play Off: Milano vince Gara 1

I ragazzi di coach Piazza sembrano essere tornati quelli di inizio campionato. Risolto l’infortunio di Patry e con l’arrivo di Urnaut in ottima condizione, l’Allianz Milano riesce a superare i ragazzi di Stoytchev.

Un risultato beffardo, un quarto set con l’ultimo parziale finito ai vantaggi, che non rende giustizia all’NBV Verona. I gialloblù cominciano l’incontro sottotono poi complice il cambio di ritmo di Spirito e l’entrata di Asparuhov riescono a mettere in difficoltà Milano senza però riuscire a completare la rimonta.

Gara 1 di questo turno preliminare dei Play Off, andata in scena all’Allianz Cloud di Milano, dunque termina 3-1 (25-16, 25-19, 20-25, 32-30) in favore dei padroni di casa.

Logo Superlega maschile volley

Primo set

Primo punto e primo monster block di Ishikawa. Patry supera il muro scaligero e Milano cerca di allungare (4-1). Verona si riavvicina con il mani fuori di Kaziyski (5-3). I punti di vantaggio per i meneghini diventano cinque con il primo tempo di Kozamernik (11-6) e Stoytchev richiama i suoi in panchina.

L’Allianz continua la sua fuga con il mani out dell’opposto biancorosso (13-7). La reazione degli ospiti parte dai due attacchi efficaci del capitano gialloblù (15-10). Non serve a nulla il secondo time out chiesto dalla panchina veneta, Urnaut da posto 4 trova il punto del 18 a 10.

Asparuhov, subentrato al compagno danese, cerca invano di riparare la situazione (18-13). A decidere la vittoria del primo parziale sono i due muri punto di Sbertoli e la palla di seconda intenzione, sempre realizzata dal palleggiatore di Milano, che vale il punto n.25.

Secondo set

Milano riprende da dove aveva terminato il set precedente: Kozamernik firma l’ace del 2 a 0. Kaziyski continua la sua buona prestazione in attacco e riporta il gioco sul 3 pari; poi porta l’NBV avanti grazie ad un punto diretto al servizio (5-6).

Doppia invasione degli scaligeri che mandano l’Allianz sul +2 (8-6). Le alzate imprecise di Spirito mettono in difficoltà gli schiacciatori veronesi che faticano ad essere incisivi (12-8). Milano tenta la fuga con la diagonale lunga di Patry (15-9).

Sbertoli fa la voce grossa anche in battuta con l’ace del 19 a 12. Ancora il capitano gialloblù cerca di trascinare i suoi: i suoi attacchi tengono Verona in vita (23-17). Saranno il primo tempo di Piano e la pipe di Urnaut a distruggere tutte le speranze degli avversari.

Terzo set

Verona comincia con il piede giusto sfruttando il gioco al centro (1-2). Il primo vero vantaggio per la squadra veneta arriva con il pallonetto di Jaeschke (3-5). Asparuhov, in campo come opposto, trova l’ace del 4 a 7.

Ishikawa soffre molto in attacco e subisce il muro scaligero (5-9). Il monster block di Aguenier manda Verona sul +5 (9-14). Maar, entrato al posto di Urnaut, concretizza la palla slash del 10 a 16. Piano sigla l’ace del 12 a 17 e Stoytchev ferma subito il gioco per impedire un’eventuale rimonta.

I punti di vantaggio dei gialloblù rimangono cinque con la pipe della banda americana (16-21). Piano annulla il primo set point con il suo secondo ace ma Jaeschke trova il punto che riapre la partita.

Quarto set

Il muro a due biancorosso ferma Kaziyski (2-0). Patry cerca e trova le mani del muro e Milano mantiene i due punti di vantaggio (6-4). Caneschi ferma l’attacco del pari ruolo milanese e riporta il gioco sul 6 pari. Urnaut subisce il muro avversario (7-9) e Piazza chiama il time-out.

Verona riesce a mantenere il break di due punti per la larga parte del parziale. Jaeschke e Caneschi attaccano direttamente fuori e Milano ritorna sul 15 pari. Il primo tempo di Piano vale il +2 (19-17). Un vantaggio che i veronesi non riescono a ricucire nell’immediato, fino all’errore in attacco di Ishikawa che riporta il gioco in equilibrio (21-21).

Asparuhov prima in parallela e poi dai nove metri regala ai suoi il punto del sorpasso (23-24), ma sempre al servizio si annulla da solo il primo set-point. Il finale di set vede Urnaut protagonista in un campo e i centrali in quello avversario. Il video check conferma l’ace della banda nipponica che vale il 32 a 30.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus