Volley, Superlega maschile: Perugia, Vibo Valentia e Modena vincono i posticipi

La Sir Safety Conad Perugia, dopo la disfatta sul campo di Monza, torna alla vittoria contro l’Allianz Milano per 1-3 (25-21, 20-25, 21-25, 22-25), nel match valevole per l’8ª giornata. Piazza decide di schierare Basic e Maar come bande titolari e Ishikawa opposto, per sopperire all’assenza di Patry ancora infortunato. La soluzione inizialmente sembra funzionare e Milano si porta avanti nel conteggio dei set. Ma alla lunga la mancanza dell’opposto francese si fa sentire e la Sir si fa trovare pronta, recupera e vince. Oltre ai 3 punti, la buona notizia per gli umbri è rivedere in campo titolare il capitano Atanasijevic e il rientro a fine primo parziale del primo alzatore, Travica.

Si è giocato anche il posticipo dell’11ª giornata che ha visto sfidarsi Top Volley Cisterna e Leo Shoes Modena. L’incontro si è concluso in favore del team ospite per 2-3 (19-25, 25-19, 27-25, 22-25, 7-15). Kovac ritrova finalmente Sabbi in una forma strepitosa. L’ex di turno ha impensierito i gialloblu con i suoi ace e i suoi muri, costringendoli al tie-break ma non sono bastati per ottenere la seconda vittoria in campionato.

Logo Superlega maschile volley

Itas Trentino – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

Continua lo straordinario percorso della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, che vince anche sul campo della BLM Group Arena contro i padroni di casa per 1-3 (18-25, 25-22, 23-25, 23-25) e ottiene così il terzo posto in classifica.

Dopo le notizie della positività degli alzatori Giannelli e Sperotto, l’Itas Trentino è stata costretta a trovare un’alternativa per giocare il recupero della 9a giornata. Lorenzetti schiera Michieletto opposto nonostante venga chiamato in causa anche in ricezione e Nimir palleggiatore. Nel campo opposto Vibo gioca con il sestetto tipo. I ragazzi di Baldovin non si fanno intimorire dai pochi punti di riferimenti del gioco avversario e vincono il primo set grazie a un’importante prestazione a muro.

Nel secondo parziale Michieletto continua ad essere il più efficace in attacco e Trento passa subito in vantaggio grazie al suo ottimo turno al servizio. La Tonno Callipo fatica a concretizzare in attacco e comincia ad essere troppo fallosa dalla linea dei nove metri. Lorenzetti sfrutta anche il cambio volante (gli U23 possono essere sostituiti senza che il cambio conteggi tra i possibili per set) e manda sul taraflex il palleggiatore dell’UniTrento, squadra di A3, Pizzini per liberare Nimir dall’alzata. È il muro di Kooy a chiudere il parziale e riaprire la partita.

Il terzo set continua sulla scia del precedente e l’Itas parte subito in vantaggio con 2 ace di Abdel Aziz. La reazione di Vibo porta i nomi di Chinenyeze e Drame Neto. Infatti è sempre l’opposto brasiliano che conclude le azioni più lunghe. I padroni di casa perdono il set a causa dei troppi errori in battuta.

Nel campo dei trentini cresce l’intesa del ‘neopalleggiatore’ con i suoi schiacciatori, in particolar modo con Lisinac. Nimir si impone anche a muro e con il terzo ace della sua partita. Nel finale di set è lo schiacciatore francese Rossard a prendere in mano la situazione e portare i suoi compagni alla vittoria.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus