Volley, Serie A1 femminile: vittorie per Monza e Scandicci nei recuperi

Giornata di volley europeo, ma anche italiano con i recuperi della Serie A1 femminile che hanno scandito questo mercoledì pomeriggio.

Si giocavano Trento-Monza e Scandicci-Cuneo, due sfide importanti per le zone alte della classifica. A prevalere sono state le brianzole e le toscane che allungano così la loro striscia positiva e riaccendono la lotta per il terzo posto in classifica.

Saugella si impone in tre set (doppio 25-18 e 25-23), mettendo in mostra una grande Van Hecke, top scorer del match (14) a parimerito con Piani.

Le monzesi mettono subito le cose in chiaro e firmano due break importanti prima con Danesi, muro su Fondriest per l’8-5, poi con Heyrman, che grazie alle sue “fast” chiude il punto del 17-10.

Davyskiba mette a segno due ace di fila per il punto del 20-12, poi Monza riesce a tenere fino al 25-18 finale.

Nel secondo set Monza fa valere ancora il fondamentale del muro, con Danesi che porta il punteggio sul 9-7. Anche la battuta fa la differenza, con Mejiners e Orro che fanno parecchio male dai nove metri e firmano il 19-15. Proprio una “seconda” della palleggiatrice sarda consente a Monza di chiudere il set con un altro 25-18.

Terzo set più combattuto, con Monza che sfrutta la rotazione di Van Hecke in battuta per scavare un solco sul 7-3.

Trento prova a rientrare con Piani, ace dell’8-5, ma Monza mantiene intatte le distanze di sicurezza con Van Hecke che induce il muro trentino a commettere invasione (16-12).

Il finale di set vede Trento rifarsi sotto con la parallela di Melli 19-18, mentre Squarcini regola ancora le avversarie grazie a due ace.

Sono Van Hecke, due punti nel finale, e Davyskiba a smorzare le velleità trentine e chiudere il terzo set sul 25-23.

Match ancor meno equilibrato quello tra Scandicci e Cuneo, che decide di presentarsi in terra toscana con alcune ragazze della B2 e tante riserve.

A guidare il sestetto c’è Bici nel ruolo di opposta, ma la squadra di coach Pistola poco può contro gli attacchi di Stysiak e compagne.

Match agevole per le padrone di casa, che già nel primo set firmano un break sul 12-6 con Pietrini. Lubian a muro firma il 16-9 e neanche il time-out di Pistola riesce a mettere in carreggiata le “gatte” che cadono sotto la battuta di Drewniok (25-13).

Secondo set ancor meno combattuto, con l’ex di turno, Srna Markovic, che fa volare le sue compagne su un rapido 16-6, sfruttando ancora una volta la battuta. Il set si chiude 25-10 e spiana la strada a Scandicci.

Nel terzo parziale le ragazze di Barbolini dominano ancora con due ace da parte di Markovic e Pietrini, che conducono la squadra su un rapido 18-9. La chiude Samadan in fast, sul 25-17, dopo che Scandicci si era concessa la possibilità di sfruttare ben otto match point.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus