Volley, Serie A1 femminile: Scandicci batte Bergamo 3-1

Le toscane centrano la prima vittoria in campionato battendo Bergamo 3-1.

Arriva la prima vittoria in campionato per la Savino del Bene Scandicci, che nell’anticipo della seconda giornata del campionato femminile di volley Serie A1, batte a domicilio Bergamo per 3-1 (25-15; 26-24; 20-25; 25-15).

La squadra di Barbolini si appoggia su una ritrovata Elena Pietrini, a segno con 14 punti, su una Antropova che bagna bene il proprio debutto in massima serie (14 punti anche per lei), e sulla prestazione di quantità offerta da Natalia, preziosa sia in fase d’attacco che in seconda linea.

A Giangrossi non basta la grande prova di una subentrata Cagnin (11 punti), nè una Lanier che, sebbene giochi ad intermittenza, sfiora quota 20 punti (19). Le toscane intraprendono la propria marcia in un campionato che le vede tra le formazioni favorite, mentre per le orobichesi tratta di trovare ancora una certa continuità nell’arco di tutto il match.

Serie A1 femminile

Volley, Serie A1 femminile: la sintesi di Scandicci-Bergamo 3-1

Scandicci presenta la novità Milanova in regia, ritrova Pietrini in attacco, in compagnia di Natalia, e mette Lubian al centro, con Alberti, al posto di Bia. L’opposta è Lipmann, il libero Castillo.

Bergamo schiera Di Iulio e Borgo in diagonale; al centro ci sono Ogoms e Scholzel; in attacco Loda e Lanier. Il libero è Faraone.

parte a razzo: la squadra di Barbolini lavora bene a muro, neutralizza Sara Loda e costringe Giangrossi alla prima interruzione del match. Al rientro in campo, l’ace di Lubian manda il punteggio sul 9-3, mentre Loda, non ancora in partita, manda in rete la pipe dell’11-4 costringendo Giangrossi al cambio con Cagnin.

Ogoms prova a scuotere le orobiche con un attacco dal centro (14-6), ma la squadra bergamasca si “concede” qualche errore di troppo, con Lanier che manda out la battuta del 17-8.

Pietrini e Natalia si dimostrano bocche di fuoco letali e colpiscono entrambe in diagonale, portando le toscane sul 20-11. Un muro su Lipmann permette a Bergamo di compiere un mini-break (20-13), ma un attacco in diagonale di Pietrini dà a Scandicci 10 set point, che si concretizzano dopo l’errore di Lanier in rete (25-15).

Nel secondo parziale inizia molto meglio Bergamo, che proprio con la parallela di Cagnin si porta sul 4-1.

Scandicci recupera subito il gap, e con Pietrini va addirittura in vantaggio 5-4. Gli errori delle orobiche permettono alle toscane di allungare 7-5.

Lanier si carica la squadra sulle spalle, e con un mani out sigilla il 9 pari. Lipmann e Natalia si fanno sentire in attacco, portando Scandicci sul 12-9, mentre Bergamo si complica la vita con un fallo di posizione (15-10).

Ricuce parzialmente Bergamo con la diagonale di Enright (17-13), ma Lipmann si rende ancora protagonista col mani out (19-14). L’errore di Natalia, con un pallonetto mandato sull’asta, spinge Barbolini a chiamare il timeout (19-16).

Al rientro in campo Bergamo riesce a ricucire lo strappo con Di Iulio in battuta (20-20), ma Scandicci resta avanti con gli attacchi di Lipmann (23-22). Il set va ai vantaggi, e la squadra toscana lo chiude con un ace che vale il 2-0.

Bergamo parte ancora forte nel terzo parziale: l’errore di Lippman la porta sul 2-5, mentre un punto rocambolesco di Lanier le permette di mantenere il margine di vantaggio (5-8).

Scandicci recupera con una ace di Milanova su Cagnin (7-8), ma Bergamo allunga nuovamente con una diagonale di Lanier (7-11).

Barbolini inserisce Antropova e l’ex Sassuolo mette a terra cinque attacchi su cinque con un 100% di efficacia. Ma quest’arma non basta a limitare Bergamo, che nonostante venga raggiunta sul 16 pari, torna ad allungare con l’opposta Borgo in diagonale (16-18).

Cagnin sbaglia in parallela (18-22), ma Bergamo non ha troppi problemi ad archiviare il set sul 20-25 con un muro su Pietrini.

L’ultimo set vede un primo allungo di Scandicci con la parallela di Antropova (6-4). Bergamo ricuce con la pipe di Lanier (7-7), ma la squadra di Barbolini si appoggia ancora all’opposta, che prima mura la statunitense (10-9), poi va a segno col mani out del 12-10.

La squadra toscana prosegue sul filo del +2, finché un muro di Bia non la porta sul 15-12. Natalia segna due punti consecutivi per il 18-13, tracciando la strada verso la vittoria del match. Milanova colpisce di seconda intenzione (21-15), mentre un errore di Lanier dà a Scandicci nove match point.

Il match viene chiuso immediatamente dall’errore di Scholzel in battuta, che consegna a Barbolini i primi tre punti del campionato.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€