Volley Serie A1 femminile: Monza batte Casalmaggiore 3-2

Finisce al tie break l’anticipo della undicesima giornata di Serie A1 volley femminile tra Casalmaggiore e Monza. Sono le brianzole ad espugnare Cremona, nonostante una partita contraddistinta da parecchi errori, tanto in attacco quanto al servizio, e decisa infine dalla protagonissta che non ti aspetti: Hanna Orthmann.

Casalmaggiore-Monza 2-3: il racconto del match

Monza inizia meglio il match e riesce subito a conquistarsi un break di tre punti (4-7) con una bella parallela di Begic.

Le casalasche ricuciono lo strappo con una diagonale di Bajema, positiva solo nel primo parziale, ma poi ripiombano sul – 2 quando Van Hecke mette a segno una delle sue traiettorie molto strette.

Monza sembra poter prendere in mano le redini del set, ma subisce un importante break delle avversarie capaci di spingersi anche sul + 3 (15-12), dopo un errore di Heyrman in battuta.

Il batti e ribatti del primo set prosegue ancora con le ragazze di Gaspari che riescono a pareggiare sul 16-16 con Danesi che concretizza una ricezione slash.

Da quel momento in poi il primo parziale procede punto a punto: agli attacchi di Begic e Van Hecke, che sfrutta un’ottima alzata ad una mano di Orro, rispondono una Partenio e, soprattutto, una Melandri “on fire” oggi autrice di un ottimo gioco a muro.

Si arriva così sul 24-23 per Monza, dopo un attacco fuori misura della Montibeller. A chiudere il set sul 25-23 ci pensa Squarcini con il suo solito servizio insidioso.

Inizio di secondo set da incubo per Monza che arriva a subire un gap di quattro punti (6-2) dopo un attacco out di Heyrman.

Quella dei tanti errori in fase realizzativa sarà una costante per Monza, che comunque riesce a ricucire lo strappo, e a riportarsi sul 7-8, con un muro di Danesi su Bajema.

A quel punto è Casalmaggiore a subire un piccolo break di svantaggio (9-11), dopo aver visto Montobeller attaccare una diagonale out.

Van Hecke, però, non è da meno e decide di regalare alle avversarie il punto del 13 pari.

Situazione di parità che perdura fino al 20-20, muro Begic su Rosamaria, finché Casalmaggiore non trova il break decisivo di cinque punti e chiude sul 25-20 con un secondo tempo di Ananda.

Il terzo set è quello meno combattuto, con Monza che subisce il contraccolpo psicologico del parziale perso in precedenza.

Errori di posizionamento a muro rendono troppo facile il gioco di Casalmaggiore, che viene poi agevolata dai tanti sbagli in attacco delle avversarie.

Un mani e fuori di Partenio porta il punteggio sul 7-2, con le casalasche che mantengono intatte le distanze e anzi “doppiano” le avversarie (14-7), con un’altra diagonale dell’ex capitana di Filottrano.

Gaspari non può nulla nè col timeout, nè cambiando completamente diagonale (Carraro-Orthmann al posto di Orro-Van Hecke).

È proprio una “stampata” a muro di Partenio su Carraro che chiude il terzo set sul punteggio di 25-16 in favore di Casalmaggiore.

Monza è chiamata a reagire, ma l’inizio del quarto set si continua a giocare sul punto a punto.

La formazione brianzola diventa più incisiva a muro e ne mette a segno due consecutivi con Orro e Danesi, per il provvisorio 6-4.

Ciò che penalizza Monza sono ancora una volta i tanti errori, dodici solo nel quarto set tra servizi e attacchi out.

Casalmaggiore ne approfitta e si porta sul 18-15, prima con una fast di Stufi, poi con un doppio errore consecutivo di Van Hecke (parallela out) e Mejners (errore al servizio).

Sembrerebbe la fine per la formazione monzese, che però ha la forza di reagire e pareggiare sul 20-20 grazie a un attacco di Orthmann contro muro a zero.

Il set prosegue dunque ai vantaggi dov’è ancora Squarcini, guarda caso con un ace, a chiudere sul 26-24.

Il tie break è, come sempre, questione di nervi. Dopo aver conquistato un break di tre punti (1-4) con una seconda di Orro, ed essersi trovata sotto di un punto (13-12) per il solito attacco out di Orthmann, Monza riesce a chiuderla con un paio di colpi d’astuzia: prima un ace di Begic, poi la stessa Orthmann che chiude i conti attaccando una palla veloce per il 15-13 finale.

Due punti d’oro per Monza che può dunque salire al secondo posto provvisorio in classifica, quota 16 a parimerito con Scandicci.

Casalmaggiore continua a dare l’impressione di squadra incompiuta. Le ragazze di Parisi dovranno trovare maggior equilibrio mentale nei momenti decisivi del match, altrimenti rischiano di dilapidare, come già successo, dei vantaggi ben costruiti nell’arco della partita.

Serie A1 volley femminile: la classifica aggiornata dopo l’anticipo dell’undicesima giornata

SquadraPGVSSet
1Imoco Volley99027:227
2Pro Victoria Pallavolo96320:1816
3Savino Del Bene85319:1416
4Chieri Torino75217:915
5Novara65116:514
6Trentino D64214:713
7Casalmaggiore93614:209
8Cuneo Granda Volley53210:98
9Bisonte83513:207
10Busto Arsizio5238:106
11Millenium Brescia8178:225
12Bergamo9189:255
13Wealth Planet7165:193
Fonte: Google

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus