Volley, risultati Serie A1 femminile: Conegliano batte una buona Scandicci 0-3

Non ha offerto certamente la sua performance migliore, ma l’Imoco Volley Conegliano esce comunque col bottino pieno dal palazzetto di Scandicci. La Savino del Bene dura due set, in cui crea parecchi grattacapi alle avversarie soprattutto nelle prime fasi. Poi le ragazze di Santarelli decidono di alzare i ritmi e chiudono la gara in maniera piuttosto agevole.

La gara di oggi dimostra ancor più, semmai ce ne fosse stato bisogno, il grande spessore del collettivo veneto. Una squadra in cui ogni giocatrice interpreta il proprio ruolo “a memoria” e che, cosa più importante, dà l’impressione di saper gestire in modo impeccabile ogni momento della gara, alzando il proprio livello di gioco nei momenti cruciali del set.

Dimostrazione ne è la prova di Paola Egonu: l’opposta italiana vanta uno score di 17 punti che la rende miglior marcatrice del match, eppure ha avuto un rendimento discontinuo, soprattutto al servizio (quattro errori). La sua forza si evince dalla capacità di saper mettere giù i palloni “pesanti”, tra cui l’ace che ha chiuso il secondo set (20-25).

Tra le toscane, bene ha figurato Megan Courtney, autrice di 10 punti, sebbene la sua gara sia stata “viziata” da qualche concessione di troppo in ricezione. Le toscane escono comunque a testa alta dal taraflex per quanto fatto vedere nei primi due parziali, poi hanno accusato lo stesso male che atre volte ha colpito le avversarie delle venete: un senso di scoramento che deriva dall’incapacità di arginare le “Pantere” anche quando queste appaiano vulnerabili.

Serie A1 volley femminile: il racconto di Scandicci-Conegliano 0-3

Inizio sottotono delle campionesse del mondo, che regalano i primi due punti alle avversarie a causa degli errori di Fahr ed Egonu al servizio.

Hill attacca una parallela out e consegna un primo mini break a Scandicci (4-2). Vasileva conferma un buon inizio con un attacco profondo in posto 5, mentre Egonu fatica ad ingranare andando a sbagliare l’attacco in parallela che vale il 6-3.

Una serie di errori as

Copione simile al primo quello del secondo set, dove le ragazze di Conegliano che vanno subito a commettere un errore in attacco con Egonu, regalando il punto del 3-1.

Un pallonetto di Vasileva porta il punteggio sul 4-1, poi un errore al servizio di Egonu e una parallela attaccata out da Hill fissano il risultato sul 6-3.

Una serie di errori in battuta portano il punteggio sull’8-5, poi Courtney va a colpire col mani-out e costringe Santarelli a chiamare tempo (10-5).

Al rientro sul taraflex, le venete assottigliano lo svantaggio approfittando degli errori delle centrali scandiccesi e di Fahr, efficace a muro su Courtney.

Il 10-9 convince Barbolini a chiamare timeout. Scandicci torna in campo mantenendo un vantaggio di due punti grazie a un mani-out di Drewniok (12-10).

Vantaggio che le toscane riescono a conservare grazie alla pipe di Courtney (14-12) e alla fast di Lubian (15-13), Questo finché Sylla non mette a terra un colpo molto arrotato, che fissa il punteggio sul 15 pari.

Conegliano prende dunque il largo e vola sul 15-18 grazie a un punto di Sylla sottorete dopo “slash” di Courtney in ricezione.

Scandicci prova a tenere proprio con la schiacciatrice americana che mette giù i palloni del 17-19 (pallonetto) e 18-20 (pipe).

Un muro di Butigan su Vasileva porta comunque il parziale sul 18-22. E a nulla serve il tentativo di rimonta messo in atto dalla stessa schiacciatrice bulgara col pallonetto del 21-22.

Due punti consecutivi di Egonu e una pipe mandata ou da Vasileva fissano il punteggio sul 22-25, regalando a Conegliano il primo set.

Distacco che rimane invariato sul +3 quando Popovic mette la prima firma sulla sua partita attaccando un primo tempo (8-5). Il muro di Courtney su Sylla, poi, vale il 9-6 delle toscane.

La stessa Courtney firma l’ace del 10-6, costringendo Santarelli al primo timeout del set. Al rientro in campo le “Pantere” scattano in avanti e ricuciono il break in poco tempo. Un errore forzato di Drewniok porta il punteggio sul 10 pari, poi è Fahr a firmare il primo tempo del sorpasso (11-10).

Nel campo di Scandicci si soffre soprattutto in ricezione, tanto che sono da sottolineare alcuni interventi di Malinov, anche a una mano, per correggere la traiettoria dei palloni e renderli giocabili.

Il muro di Butigan su Drewniok porta il punteggio sull’11-13, che Scandicci riesce a pareggiare dopo un altro errore di Egonu in battuta.

La stessa Egonu riporta l’Imoco avanti con un pallonetto (13-14), poi le venete approfittano di una ricezione slash da parte di Courtney per mettere giù il punto del 15-17 e firmare un altro piccolo break.

Scandicci rimane incollata fino al 17 pari, poi l’Imoco vola sul 17-20 grazie ad un errore avversario in battuta, un pallonetto di Egonu e un mani-out di Sylla.

Una diagonale stretta di Egonu manda il punteggio sul 19-23, poi Lubian decide di mettersi in proprio palleggiando, ma regala il set point a Conegliano con un evidente fallo di doppia. Set chiuso dunque sul 19-25 dall’ace di Egonu, che Merlo non riesce a contenere.

Nel terzo set Scandicci fatica a mantenere buoni ritmi e Conegliano non ha difficoltà a prendere il largo. Paola Egonu ha un inizio di set devastante e, tra un ace e una pipe, porta il punteggio sul 2-6.

Divario che aumenta fino al 3-9, quando anche Butigan decide di farsi sentire dai nove metri. Scandicci prova a rientrare con un muro di Popovic su Egonu (6-10), ma poi viene doppiata in breve grazie a un “block” di Adams su Courtney (6-12).

Sylla firma un ace con l’aiuto del nastro (6-13), poi un suo pallonetto e un muro di Adams su Bosetti portano il punteggio sul 7-15.

L’Imoco procede sul velluto e mette la parola fine al match con un gran muro della coppia Fahr-Egonu su Popovic (12-21). Da quel momento si tratta solo di attendere la fine dei giochi, che viene sancita da Sylla con un attacco in diagonale (15-25).

Per l’Imoco si tratta della diciassettesima vittoria su altrettante gare disputate in campionato. La squadra di Santarelli non ha lasciato neanche un punto per strada e può ora cominciare a concentrarsi sulla seconda “bolla” di Champions, in programma tra il 26 e il 28 gennaio a Nantes.

Per ciò che riguarda gli altri risultati di giornata, si segnalano la vittoria di Monza su Cuneo (3-1) e quella esterna di Chieri sul campo di Busto (0-3)

Serie A1 volley femminile: la classifica aggiornata

SquadraPGVSSet
1Imoco Volley1717051:551
2Novara1715246:1443
3Pro Victoria Pallavolo1512338:2233
4Savino Del Bene139431:2027
5Chieri Torino148631:2126
6Cuneo Granda Volley178929:3819
7Trentino D136722:2418
8Bisonte1661025:3617
9Busto Arsizio145921:3116
10Casalmaggiore1551023:3414
11Bergamo1631318:4311
12Millenium Brescia1611519:4610
13Wealth Planet1331014:349

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus