Volley, Champions League maschile: Modena bissa il successo sul Kemerovo

È stato un ritorno amaro, quello di Zaytsev al PalaPanini. Il suo Kemerovo perde nettamente la sfida con la sua ex squadra e i quarti di Champions risultano ora ancora più lontani. Dopo un primo set alla pari e un secondo da dimenticare, la squadra di Verbov sembrava aver trovato il modo per la rimonta ma così non è stato.

Con un’ottima prova dai nove metri la squadra di Giani va a vincere il primo scontro della Pool D per 0-3 (22-25, 15-25, 21-25). Con un piede già nei quarti di finale della competizione, la Leo Shoes domani sfiderà il Varsavia di Anastasi per giocarsi il primo posto nel girone.

Primo set

Krsmanovic al centro fa la voce grossa in attacco (3-2). Il video check conferma in campo la diagonale stretta di Vettori e si ritorna in parità (6-6). Due primi tempi consecutivi di Stankovic mandano avanti Modena per la prima volta (9-10). Kobzar spreca la palla slash attaccandola fuori (10-11).

Markin mura la parallela dell’opposto gialloblù (12-11). Secondo check chiamato da Giani che gli dà ragione: la parallela di Vettori è ‘in’ (13-13). Il doppio vantaggio dei padroni di casa arriva con il primo tempo del centrale serbo (17-19) e Verbov chiama il time out.

I due attacchi punto consecutivi di Lavia costringono il tecnico russo a fermare il gioco di nuovo (17-21). Shcherbakov con un punto diretto dai nove metri annulla il set-point di Modena (22-24), ma non basta per impedire il vantaggio della squadra italiana.

Secondo set

Sbaglia Zaytsev che non trova le mani del muro e Modena tenta la fuga (2-4). Ma il n.9 russo si rifà con la parallela del 4 a 5. Shcherbakov legge bene e mura il primo tempo di Mazzone (5-6). Christenson si ripete al centro con il n.18 (7-9).

Vettori mura Sivozhelez (8-11) e il tecnico di Kemerovo spende il primo tempo discrezionale. Christenson smarca Lavia e la sua pipe vale il 10 a 13. Ancora la giovane banda italiana si rende protagonista con il muro sullo ‘zar’ (12-16). Al rientro dal time-out chiamato da Verbov, il palleggiatore americano mette a segno il primo ace della sua partita (12-18).

Il Kuzbass cambia tutto: entrano Pakshin e Karpukhov; viene sfruttato anche il doppio cambio con Krechetov e Glivenko. Ma il set termina in favore dei padroni di casa con un errore in battuta della neoentrata banda russa.

Terzo set

Cambia marcia Kemerovo: il mani fuori di Sivozhelez vale il 2 a 1. Il primo tempo di Stankovic porta la squadra italiana sul +2 (3-5). Il muro di Zaytsev su Lavia riporta il Kuzbass in vantaggio (7-6). Il n.6 russo crea problemi alla ricezione di Petric (12-9) e Giani ferma il gioco.

La banda serba di Modena non trova le mani del muro e Kemerovo trova il massimo vantaggio (15-10). Il primo tempo e il muro di Stankovic riportano Modena sul -1 (15-14), costringendo Verbov a chiamare time-out. Karlitzek, chiamato in causa per il servizio, trova l’ace del 16 pari.

Si ripetono i modenesi dai nove metri con il loro alzatore (18-18). Sivozhelez manda il suo attacco fuori e regala il +2 ai gialloblù (19-21). Porro entra e mette a segno due ace consecutivi che portano Modena al match-point e ci pensa Lavia in pipe a chiudere l’incontro.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus