Video Gol Highlights Roma-Udinese 0-2 : sintesi 2-7-2020

Risultato, Video Gol Highlights e Sintesi Roma – Udinese, 29° Giornata Serie A: Lasagna e Nestorovski affondano una Roma svuotata sotto ogni aspetto

Dopo la cocente sconfitta (2-0) di San Siro contro il Milan, la Roma rimane stagnata nella stessa palude. I giallorossi offrono un’altra prestazione indecoroso di cui l’Udinese approfitta per vincere 2-0. Nel primo tempo i friulani servono la Lasagna che manda in confusione una Roma già mentalmente, tatticamente e tecnicamente ingarbugliata di suo. A rendere la salita ancora più ripida è poi Perotti. L’esterno argentino, ormai improponibile, conclude la gara alla mezz’ora per un bruttissimo fallo su Bacao. Nella ripresa Nestorovski chiude i giochi. Per i bianconeri, inoltre, anche due gol annullati per fuorigioco.
La corsa Champions, se mai partita, si arena definitivamente qui. E, colmo dei colmi, il club giallorosso deve anche ringraziare l’Atalanta. I bergamaschi, ora avanti 12 punti, hanno infatti vinto per 2-0 contro il Napoli, distante solamente tre punti e prossimo avversario.
Con quella di oggi, la Roma colleziona la settima sconfitta stagionale. Questa, però, se possibile fa ancora più male. L’Udinese non vinceva infatti da gennaio (3-0 con il Sassuolo) e peggior attacco insieme alla Spal (23 reti). Sul banco degli imputati salgono tutti: dalla società assente, ai giocatori e al tecnico, apparso in difficoltà sin dalla scelta della formazione. Non ci poteva essere peggior finale di campionato.

La sintesi di Roma – Udinese 2-0, 29° Giornata Serie A

Mancando di Veretout e Pellegrini, entrambi squalificati, Fonseca disegna il centrocampo con Diawara e Cristante. Davanti a Mirante (Pau Lopez ancora non è a disposizione) l’unico confermato è Smalling. Il centrale inglese è coadiuvato da Fazio, che sostituisce Mancini, alle prese con una gastroenterite. Sulle corsie esterne tornano Bruno Peres a destra e Kolarov a sinistra. Importanti novità anche davanti, dove Dzeko lascia la casacca da titolare a favore di Kalinic. Alle spalle del croato ci sono a sorpresa Carles Perez, Perotti e Under.

Fischio d’inizio ed è subito brivido per la Roma. Alla prima azione, l’Udinese è già pericoloso. Il traversone teso di Larsen arriva al centro, dove Smalling è bravo ad anticipare l’ex Okaka. Meno bravo invece Kalinic. Il croato viene ben pescato da Cristante, ma il pallonetto da due passi finisce alto. A sua (parzialissima) discolpa il gioco era fermo per offside.
Al 10’ lampo di Under. Il turco con un tocco ed una torsione sfugge a Larsen per arrivare sul fondo e mettere in area un cross ribattuto dalla difesa bianconera, che si oppone poi anche alla conclusione da fuori di Kolarov, che tenta la conclusione da fuori.
Due minuti dopo arriva il vantaggio dell’Udinese, ancora una piccola beffa. Dalla sinistra Lasagna se ne va a Fazio e trova De Paul che cicca la sfera, trovando comunque un assist per il numero 15 lesto a ribadire a rete. La reazione della Roma non è immediata, con i giallorossi si adagiano al ritmo lento della prima mezz’ora. Lentezza della manovra che favorisce la ripartenza avversaria. Il buon dialogo tra Larsen e De Paul porta all’assist per Lasagna, il cui tiro viene ottimamente deviato da Mirante.  Attorno alla mezz’ora Perez prova a dare la carica con un tiro da fuori che si spegne a lato. Carica (al minimo) che viene spenta dall’espulsione di Perotti per un brutto pestone a Bacao. L’uscita del campo del capitano di serata (che passa la fascia a Cristante) porta i giallorossi a schierarsi con il 4-4-1.
In 10 si gioca meglio”, diceva Liedholm. E difatti la teoria del Barone si concretizza. È proprio in inferiorità numerica che la Roma crea i maggiori pericoli, prima nuovamente con Perez e poi con Cristante (che colpisce la traversa) e Under, sul cui tiro Musso si rifugia in angolo. Se può essere vero che in dieci si gioca meglio, è altrettanto (e certamente) vero che un uomo in meno lascia inevitabilmente più spazio agli avversari. Soprattutto se gli si spiana la strada. Dagli sviluppi dell’angolo, De Paul soffia da sotto il naso il pallone a Bruno Peres. L’argentino si immola verso l’aria di Mirante, senza però fare i conti con Kolarov che recupero con uno scatto da velocista, beffando le trentaquattro primavere.

Fonseca fa rimanere Under negli spogliatoi, a sostituirlo è Mkhitaryan. L’unico a provarci ad inizio ripresa è sempre Perez, Musso risponde presente. Chi non risponde allo stesso modo è Okaka. L’ex di giornata spreca infatti un’occasione ghiottissima da dentro l’area piccola.
La staticità che intercorre nella parte centrale della ripresa viene squarciata dalla rete di Teodorczyk. Il polacco si ritrova a campo aperto e davanti a Mirante non sbaglia. Anzi, sbaglia prima in quanto partito in fuorigioco.
Per la Roma si fa sempre più complicata e così Fonseca mette dentro Dzeko per Kalinic. Con il bosniaco la squadra acquisisce brillantezza, tanto da sfiorare il pareggio con Smalling, sprecone sotto-porta. Dopo essersi divorato il raddoppio, l’Udinese non ripete lo stesso errore. Ancora una volta protagonista De Paul. L’argentino controlla egregiamente l’ennesima ripartenza e serve Nestorovski salito a rimorchio. Il macedone non sbaglia. Nel recupero, infine, Teodorczyk sigla il 3-0, ancora annullato è ancora annullato per fuorigioco. Un altro tsunami è pronto a scatenarsi in casa Roma.

Video Gol Highlights di Roma – Udinese 2-0, 29° Giornata Serie A

Il tabellino di Roma – Udinese 2-0, 29° Giornata Serie A

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Bruno Peres, Smalling, Fazio, Kolarov; Cristante, Diawara; Carles Perez, Perotti, Under; Kalinic. 
A disposizione: Cardinali, Fuzato, Ibanez, Zappacosta, Spinazzola, Santon, Villar, Kluivert, Pastore, Mkhitaryan, Dzeko.
ALLENATORE: Fonseca. 

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, De Maio, Nuytinck; Stryger, De Paul, Jajalo, Walace, Zeegelaar; Okaka, Lasagna. 
A disposizione: Nicolas, Perisan, Samir, Troost-Ekong, ter Avest, Mazzolo, Fofana, Sema, Ballarini, Palumbo, Nestorovski, Teodorczyk.
ALLENATORE: Gotti.

Marcatori: 11′ Lasagna, 78′ Nestorovski

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata.
Assistenti: Manganelli – Villa
IV Uomo: Dionisi
Var: Di Paolo
Avar: De Meo

NOTE: Ammoniti: 11′ Zeegelaar, 47′ Okaka, 47′ Mkhaitaryan, 68′ Villar. Espulsi: 29′ Perotti (gioco pericoloso)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€