Video Gol Highlights Juventus-Udinese 2-0: Sintesi 15-1-2022

Video Gol e Highlights Juventus-Udinese 2-0, 22° Giornata Serie A: segnano Dybala e McKennie

La Juventus batte l’Udinese all’Allianz Stadium di Torino, conosciuto anche come Juventus Stadium, nel terzo ed ultimo anticipo del sabato sera della ventiduesima giornata di Serie A, terzo turno del girone di ritorno.

Seconda vittoria consecutiva per i bianconeri, addirittura l’ottavo risultato utile consecutivo, che li porta a quota quarantuno punti e, almeno momentaneamente, al quarto posto in classifica.

Altra sconfitta contro una big in piena emergenza per i friulani, che rimangono quattordicesimi in classifica con venti punti, un vantaggio di solo quattro punti sulla zona retrocessione, in attesa delle altre partite.

Juventus-Udinese, 22° giornata Serie A 15-1-2022.
Juventus-Udinese, 22° giornata Serie A 15-1-2022.

Sintesi di Juventus-Udinese 2-0

Oltre a Chiesa, per il quale la stagione è già finita, e Ramsey, positivo al Covid-19, non ci sono anche Danilo e Bonucci per Massimiliano Allegri, che punisce Alex Sandro dopo il pasticcio di mercoledì preferendogli Pellegrini in una difesa completata dal confermato Rugani, da De Ligt e Cuadrado, solo panchina per De Sciglio e Chiellini, davanti al rientrante Szczesny, finalmente con il Green Pass dopo aver completato il ciclo vaccinale. In mediana si rivedono Bentancur e Arthur dal primo minuto con Mckennie, mentre la sorpresa è Kulusevski, e non è la sola, visto che in attacco Kean lascia in panchina Morata al fianco di Dybala.

Tantissime assenze per Gabriele Cioffi, orfano dello squalificato Rodrigo Becao e dell’infortunato Pereyra, oltre ai vari Stryger-Larsen, Santurro, Silvestri, Samardzic e Nestorovoski, tutti contagiati. Undici titolare praticamente obbligato con Padelli a porta protetto da Perez, Nuytinck e Zeegelaar, adattato nella difesa a tre, e Udogie e Soppy sulle fasce. In mediana torna il trio formato da Arslan, Walace e Makengo, mentre in attacco solo panchina per Pussetto, visto che la coppia sarà costituita da Deulofeu e Beto.

E’ una partita davvero noiosa nel primo tempo, disputato su ritmi abbastanza blandi. I padroni di casa fanno un vero e proprio monologo da subito, un possesso palla infinito, mentre gli ospiti si difendono completamente rintanati nella propria metà campo, senza uscire quasi mai dalla propria metà campo.

Al 19′ minuto, praticamente alla prima ed unica vera occasione della prima frazione di gioco, i padroni di casa sbloccano il risultato trovando il gol del vantaggio con Dybala, su sponda di Kean, lanciato a porta da una verticalizzazione di Arthur, che poco dopo verrà anche ammonito.

Gli ospiti ci mettono un bel po’ di tempo per reagire, visto che si perdono nella gestione della palla degli avversari, ma solo dopo il giallo comminato a Soppy si fanno vedere in attacco rendendosi pericolosi con una bella conclusione di Beto, sul quale Szczesny è assolutamente decisivo, ma rischiano sul sinistro di Dybala.

Il secondo tempo si apre con due sostituzioni per i padroni di casa, che inseriscono Locatelli e Bernardeschi lasciando negli spogliatoi Arthur e Kulusevski.

Gli ospiti entrano in campo con grande convinzione, cominciano ad attaccare con coraggio, anche perché i padroni di casa sono dominanti rispetto alla prima frazione di gioco, forse anche stanchi per gli impegni ravvicinati.

Gli ospiti cominciano ad attaccare a testa bassa, provandoci con Udogie, Beto e Deulofeu, ma senza fortuna. Gli ospiti tentano di chiudere i giochi con Cuadrado e Dybala, ma manca la giocata vincente.

Entrano in campo anche De Sciglio, Morata e Pussetto al posto di Pellegrini, Kean e Deulofeu, e viene ammonito anche Zeegelaar.

Gli ospiti sfiorano il pareggio con Zeegelaar, salvataggio sulla linea, ma soffrono tantissimo sulle giocate di Bernardeschi, entrato davvero molto bene in campo.

Al 79′ minuto i padroni di casa segnano il gol del raddoppio con Mckennie, colpo di testa su cross di De Sciglio, lanciato da Dybala.

Girandola di cambi subito dopo: dentro Success, Jajalo e Rabiot, fuori Soppy, Walace e Bentancur, poi anche Samardzic al posto di Arslan.

Nel finale gli ospiti tentano il tutto e per tutto, vanno all’assalto della difesa dei padroni di casa, che traballa molto e rischia tantissimo sulle occasioni di Nuytinck, colpo di testa di poco a lato, e Success, angelico il volo di Szczesny.

Highlights e Video Gol di Juventus-Udinese 2-0:

Tabellino di Juventus-Udinese 2-0

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Rugani, De Ligt, Pellegrini (12′ st De Sciglio); Kulusevski (1′ st Bernardeschi), Bentancur (37′ st Rabiot), Arthur (1′ st Locatelli), McKennie; Dybala, Kean (19′ st Morata).
A disp.: Perin, Pinsoglio, Chiellini, Alex Sandro, De Winter, Kaio Jorge. All.: Allegri


Udinese (3-5-2): Padelli; Perez, Nuytinck, Zeegelaar; Soppy (37′ st Success), Arslan (40′ st Samardzic), Walace (37′ st Jajalo), Makengo, Udogie; Beto, Deulofeu (21′ st Pussetto).
A disp.: Santurro, Piana, Cocetta, Castagnaviz, Damiani, Nestorovski, Ianesi. All.: Cioffi


Arbitro: Giua
Marcatori: 19′ Dybala (J), 34′ st McKennie (J)
Ammoniti: Arthur (J); Soppy, Zeegelaar (U)
Espulsi: –

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia