Video Gol Highlights Cagliari-Napoli 1-1: Sintesi 21-2-2022

Video Gol e Highlights Cagliari-Napoli 1-1, 26° Giornata Serie A: Osimhen pareggia Pereiro

Solo un pareggio tra Cagliari e Napoli alla Sardegna Arena di Cagliari nel primo posticipo del lunedì della ventiseiesima giornata di Serie A, settimo turno del girone di ritorno.

Anche i partenopei non approfittano dei risultati collezionando il secondo pareggio consecutivo in campionato, rimanendo a due punti di distacco dalla capolista.

Ottima prestazione per i sardi, che hanno davvero tanti rimpianti, visto che avrebbero meritato di conquistare i tre punti, mentre collezionando il secondo pareggio consecutivo, ma il quarto risultato utile consecutivo.

Cagliari-Napoli, ventiseiesima giornata Serie A 21-2-2022.
Cagliari-Napoli, ventiseiesima giornata Serie A 21-2-2022.

Sintesi di Cagliari-Napoli 1-1

Tanti assenti per Walter Mazzarri, orfano di Ceter, Nandez, Rog, Strootman e Walukiewicz. In difesa ci sono Goldaniga, Altare e Lovato a protezione di Cragno, mentre sulle fasce Bellanova e Dalbert vengono preferiti a Zappa e Lykogiannis. In mediana Deiola e Grassi giocano al fianco di Baselli, facendo partire dalla panchina Marin a sorpresa. In attacco ci sono i titolari Pereiro e Joao Pedro.

Squadra rivoluzionata da Luciano Spalletti per sopperire all’emergenza infortuni, non avendo a disposizione Tuanzebe, Lobotka, Anguissa, Politano, Lozano e Insigne. Infatti, sono recuperati Fabian Ruiz e Osimhen, ma partono dalla panchina non essendo al meglio e la scelta dell’allenatore è quella di puntare su un quasi inedito 3-5-2, visto di fatto solo in qualche big match o in coppa. Torna Ospina a porta, difeso da Koulibaly, Rrahmani e Juan Jesus come trio lì davanti, mentre Di Lorenzo e Mario Rui saranno spostati di qualche metro più avanti in linea con Demme, Zielinski e Elmas, questi ultimi due con licenza di attaccare e infilarsi negli spazi. In attacco tornano titolari Mertens e Petagna.

E’ una partita molto combattuta ed equilibrata nel primo tempo, disputato su ritmi abbastanza intensi. Le due squadre giocano a specchio e si vede in campo, visto che combattono su ogni palla, rendendo il match estremamente maschio e pieno di falli.

Gli ospiti sembrano partire meglio rendendosi pericolosi con un sinistro di Di Lorenzo, bravo Cragno, e una non spinta di Rrahmani sul conseguente calcio d’angolo.

In realtà, però, a sfiorare il vantaggio sono più i padroni di casa, prima con Altare su sviluppi di un calcio d’angolo e poi due volte con Joao Pedro, prima con un diagonale di sinistro a fil di palo e poi con un colpo di testa poco cinico.

A proposito di teste, il contrasto con un avversario costringe Di Lorenzo al cambio: al suo posto entra Malcuit, che viene anche ammonito, così come Joao Pedro.

Nel finale gli ospiti provano a velocizzare il giro della palla e ci provano con Mario Rui, che di destro costringe Cragno al colpo di reni.

Nel secondo tempo i padroni di casa entrano in campo con grandissima aggressività nel pressing e anche ottime idee in fase di costruzione, approfittando dell’apatia degli ospiti, che ci mettono un po’ per carburare.

Sale in cattedra Pereiro, che prima sbaglia clamorosamente sotto porta dopo uno scambio con Dalbert e poi al 58′ minuto sblocca il risultato trovando il gol del vantaggio con un tiro cross di sinistro, su clamorosa papera di Ospina.

Gli ospiti sembrano accusare il colpo nei minuti immediatamente successivi e i padroni di casa provano ad approfittare del momento per spingere sull’acceleratore, ma si divorano il raddoppio prima con Deiola, colpo di testa parato da Ospina, e poi sulla ribattuta ancora Baselli, che spara in curva.

Dopo l’ammonizione di Koulibaly, gli ospiti provano a cambiare qualcosa inserendo tutti i propri giocatori offensivi: Ounas, Osimhen e Fabian Ruiz per Demme, Petagna e Juan Jesus, e tornando al 4-2-3-1; i padroni di casa rispondono con Marin al posto di uno stanchissimo Grassi.

Anche Joao Pedro avrebbe l’occasione per il raddoppio, ma manca davvero cinismo nei padroni di casa, che sostituiscono Baselli e Pereiro per Zappa e Pavoletti, mentre gli ospiti sono costretti ad un altro cambio forzato, visto che si fa male anche Malcuit, per il quale entra Zanoli.

Dopo un miracolo di Ospina su Marin, al 87′ minuto gli ospiti riescono a pareggiare con uno stacco imperioso di testa di Osimhen sul cross di Mario Rui.

Nel finale i padroni di casa si divorano ancora una volta la rete con un destro di Marin sul primo palo e c’è spazio per Lykogiannis per Dalbert.

Highlights e Video Gol di Cagliari-Napoli 1-1:

Tabellino di Cagliari-Napoli 1-1

Cagliari (3-5-2): Cragno 6,5; Goldaniga 6,5, Lovato 6,5, Altare 5; Bellanova 6,5, Baselli 6,5 (37′ st Zappa sv), Grassi 6,5 (30′ st Marin 7), Deiola 5,5, Dalbert 6 (50′ st Lykogiannis sv); Joao Pedro 6,5, Pereiro 6,5 (38′ st Pavoletti sv). A disp.: Aresti, Radunovic, Carboni, Ceppitelli, Obert, Gagliano, Keita. All.: Mazzarri 6,5


Napoli (3-4-1-2): Ospina 5; Rrahmani 6, Koulibaly 5,5, Juan Jesus 6 (22′ st Fabian Ruiz 6); Di Lorenzo 6 (27′ Malcuit 5 – 38′ st Zanoli sv), Demme 5,5 (22′ st Ounas 5,5), Zielinski 5,5, Mario Rui 6; Elmas 6; Petagna 5 (22′ st Osimhen 7), Mertens 5,5. A disp.: Meret, Marfella, Ghoulam. All.: Spalletti 5,5


Arbitro: Sozza
Marcatori: 13′ st Pereiro (C), 42′ st Osimhen (N)
Ammoniti: Joao Pedro (C), Malcuit (N), Koulibaly (N)
Espulsi: –
Note: –

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia