Video Gol Highlights Atalanta-Napoli 1-3: Sintesi 3-4-2022

Video Gol e Highlights Atalanta-Napoli 1-3, 31° Giornata Serie A: segnano Insigne, Politano, De Roon e Elmas

Il Napoli batte l’Atalanta al Gewiss Stadium di Bergamo, conosciuto anche come Stadio Atleti Azzurri d’Italia, nella trentunesima giornata di Serie A, dodicesimo turno del girone di ritorno.

Terza vittoria consecutiva per i partenopei, che acciuffano il primo posto in classifica in questo fondamentale weekend, di fatto ipotecando la qualificazione in Champions League, per la quale manca ormai solo l’aritmetica, oltre a lottare fino alla fine per lo Scudetto.

Altra sconfitta in uno scontro diretto per i bergamaschi, che si fermano dopo due risultati utili consecutivi e, con cinquantuno punti, sono settimi in classifica, con otto punti di distacco dal quarto posto, ormai diventato quasi impossibile.

Atalanta-Napoli, trentunesima giornata Serie A 3-4-2022
Atalanta-Napoli, trentunesima giornata Serie A 3-4-2022

Sintesi di Atalanta-Napoli 1-3

Non ci sono Toloi, Ilicic e Demiral per Gian Piero Gasperini, che lancia titolare Scalvini in difesa con Palomino e Djimsiti davanti a Musso. A centrocampo spazio a Zappacosta e Maehle sulle fasce, Freuler e De Roon in mediana, visto che sulla trequarti giocano Koopmeiners e Malinovskyi alle spalle di Muriel unica punta.

Out Di Lorenzo, Meret, Osimhen, Petagna, Rrahmani e Ounas per Luciano Spalletti, che punta su Zanoli e Juan Jesus in difesa con Koulibaly e Mario Rui a protezione di Ospina. In mediana la scelta ricade su Anguissa e Lobotka, mentre sulla trequarti Insigne, Zielinski e Politano giocano al supporto di Mertens unica punta.

E’ una partita non proprio indimenticabile nel primo tempo, disputato su ritmi abbastanza intensi. I padroni di casa fanno maggiormente possesso palla, mentre gli ospiti si difendono ordinati e sono letali nel ripartire in contropiede.

Iniziano meglio i padroni di casa, che costringono Ospina al miracolo con una bellissima conclusione di Malinovskyi.

Al 14′ minuto gli ospiti sbloccano il risultato trovando il gol del vantaggio con Insigne, che trasforma il calcio di rigore fischiato dall’arbitro grazie al VAR per fallo di Musso su Mertens.

I padroni di casa provano a reagire, ma più con rabbia ed orgoglio che con vere e proprie idee, visto che gli ospiti chiudono tutti gli spazi, sanno gestire il giro della palla e non lesinano a sfruttare le praterie lasciate dagli avversari.

E, infatti, dopo i tiri di Freuler, impreciso, e Mario Rui, attento Musso, e l’ammonizione di Palomino, al 37′ minuto gli ospiti addirittura raddoppiano con Politano, che sfrutta il meraviglioso schema su calcio di punizione di Insigne.

Nel finale i padroni di casa tentano di attaccare a testa bassa la difesa degli ospiti, che rischiano solo sulle giocate di Scalvini e Muriel, ma Koulibaly non sfrutta l’errore di Djimsiti in fase di impostazione.

Il secondo tempo si apre con l’entrata in campo di Boga e Miranchuk al posto di Hateboer e Malinovskyi.

Il copione della partita non cambia, visto che i padroni di casa continuano ad attaccare a testa bassa, mentre gli ospiti si difendono chiudendo tutti gli spazi.

E’ Boga a prendersi la squadra sulle proprie spalle risultando poco cinico prima di testa e poi di sinistro, poco prima del gol dei padroni di casa al 58′ minuto, bellissimo colpo di testa di De Roon su assist perfetto di Miranchuk.

Gli ospiti corrono ai ripari inserendo Elmas per Politano, mentre si fa male Djimsiti, sostituito da Maehle, che costringe i padroni di casa ad abbassare De Roon in difesa e Koopmeiners in mediana trasformando il 3-4-1-2 in un 4-3-3.

I cambi sembrano sortire gli effetti sperati, visto che calano sensibilmente i ritmi di gioco, favorendo il possesso palla degli ospiti, che allontanano moltissimo gli avversari dalla propria metà campo.

Dopo l’ammonizione di Juan Jesus, entrano anche Fabian Ruiz e Lozano al posto di Insigne e Zielinski dando nuove energie ai propri compagni.

Ci prova ancora De Roon, ma sparando in curva, poi Ospina, che riceve anche un giallo, salva sul destro di Boga.

Al 81′ minuto grande contropiede degli ospiti di Lozano, lanciato da Koulibaly, che serve Elmas, cinico tutto solo davanti al portiere e, di fatto, chiude i giochi.

I padroni di casa inseriscono Cisse e Pasalic per Muriel e Freuler, vengono ammoniti De Roon e Anguissa, c’è spazio anche per Malcuit al posto di Mertens e Lozano sfiora il poker.

Highlights e Video Gol di Atalanta-Napoli 1-3:

Tabellino di Atalanta-Napoli 1-3

ATALANTA (3-4-2-1): Musso; Scalvini, Palomino, Djimsiti (Dal 63′ Maehle); Hateboer (Dal 46′ Boga), de Roon, Freuler (Dal 83′ Pasalic), Zappacosta; Koopmeiners, Malinovskyi (Dal 46′ Miranchuk); Muriel (Dal 83′ Cissé). All. Gasperini

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Zanoli, Juan Jesus, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski (Dal 70′ Fabian Ruiz); Politano (Dal 59′ Elmas), Mertens (Dal 88′ Malcuit), Insigne (Dal 70′ Lozano). All. Spalletti

Arbitro: Di Bello di Brindisi

Gol: 13′ rig. Insigne (N), 37′ Politano (N), 58′ De Roon (A), 81′ Elmas (N)

Assist: Insigne, Miranchuk, Lozano

Ammoniti: Palomino, Juan Jesus, Ospina, Lozano, De Roon

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia