Verstappen: tutti i record e le curiosità sul pilota Red Bull

Come già scritto sul nostro blog nel lontano 2016 Max Verstappen è un vero e proprio predestinato, che sin dalle prime gare di Formula 1, ha dimostrato il suo sconfinato talento.

La mentalità vincente del pilota olandese è emersa già nel 2017, quando ad appena vent’anni, ha dichiarato: “Questa stagione sarà positiva solo se riusciremo a lottare per la vittoria”.

1) Max Verstappen inizia la sua carriera al volante a soli 8 anni

Max Verstappen è figlio dell’olandese Jos Verstappen, pilota di Formula 1 degli anni ‘90 e Sophie Kumpen, pilota belga di kart. Nasce in Belgio, ma è famoso a tutti per essere il primo pilota olandese nella storia, a vincere il campionato del mondo di Formula 1. A 8 anni eredita ufficialmente la passione per i motori ed inizia così a gareggiare nei kart.

2) Nel 2015 Verstappen vince 2 premi come miglior Rookie

Nel 2015, a soli 17 anni e 166 giorni, partecipa al Gran Premio di Australia, diventando così il più giovane pilota di sempre a debuttare in Formula 1. Ma Max è un predestinato, e dopo sole due settimane, riesce a stabilire un secondo record in Malesia e diventa il più giovane pilota ad andare a punti in un Gran Premio, grazie al settimo posto conquistato. Nello stesso anno, come se non bastasse, vince 2 premi come miglior rookie (debuttante): personaggio dell’anno e migliore azione, grazie al sorpasso su Felipe Nasr nella curva Blanchimont di Spa-Francorchamps. Una curva, dove solo pochi piloti hanno mai avuto il coraggio di osare un sorpasso all’esterno!

3) Prima di vincere il suo primo Gran Premio rischia di non prendere la patente

Sembra incredibile, eppure è quanto è emerso dai racconti dello stesso pilota olandese. Mentre Verstappen si appresta a diventare uno dei piloti di maggior successo della storia della Formula 1, rischia di essere bocciato all’esame di guida della patente, per non aver lasciato passare altre due auto. Con l’istruttore si è giustificato dichiarando che le auto erano troppo lontane per doversi fermare.

Nel 2016, stabilisce il suo terzo record e a soli 18 anni e 228 giorni diventa il pilota più giovane di sempre a vincere una gara ai campionati del mondo, durante il Gran Premio di Spagna, superando il record di Vettel che ci era riuscito a 21 anni e 73 giorni (un distacco di quasi tre anni!). Una vittoria arrivata, a dire il vero, grazie alla clamorosa collisione tra i compagni di squadra della Mercedes, Hamilton e Rosberg.

Nello stesso anno, il Gran Premio in Malesia si rivela ancora una volta propizio per il pilota olandese, infatti arriva la prima doppietta con la Red Bull. In Brasile infine, arriva il primo giro veloce in carriera.

4) Dal 2019 al 2022 Versteppen riscrive la storia della Formula 1

Il primo record davvero importante arriva però nel 2019, quando in Ungheria Verstappen entra nella speciale classifica dei 100 piloti capaci di conquistare la pole position e a fine anno conquista il terzo posto nella classifica piloti. Nel 2020 si ripete, ma nel 2021 arriva finalmente  la prima vittoria del Mondiale, interrompendo il dominio di Hamilton, reduce da 4 Mondiali vinti di fila. Nel 2022 arriva il bis e Max Verstappen vince il suo secondo mondiale consecutivo stabilendo un numero impressionante di record:

  • con la vittoria a Miami sale al 10° posto dei piloti con il maggior numero di podi;
  • nel Gran Premio italiano si aggiudica il Grand Chelem: pole, giro veloce, vittoria e sempre in testa;
  • batte il record di podi di un pilota con la scuderia Red Bull (66), superando Vettel;
  • con 15 successi ottiene il record del maggior numero di Gran Premi vinti in un singolo Mondiale, superando il precedente record di 13 vittorie, appartenuto a Vettel e Schumacher;
  • batte il record di punti in una stagione, 454, superando quello precedente appartenuto ad Hamilton (413)

5) Verstappen non potrà mai battere il record di…

Tuttavia c’è un record che il talento olandese non potrà mai battere in tutta la sua carriera, ovvero quello del più giovane pilota a vincere un mondiale. In questa classifica infatti, è solo 4°, dietro ai piloti Alonso, Hamilton e infine Vettel, davanti a tutti grazie al Mondiale vinto nel 2010 a soli 23 anni e 134 giorni. A questo punto a Verstappen non resta che “accontentarsi” di provare a battere il record di pilota più longevo a vincere un Mondiale, detenuto attualmente dall’argentino Juan Manuel Fangio, capace di vincerlo a 46 anni e 41 giorni.

“Ho raggiunto tutto quello che volevo in Formula 1… ma ora voglio provare a farlo ancora e ancora e ancora, il più a lungo possibile, perché non sai mai per quanto tempo la tua auto sarà competitiva, o per quanto tempo sarai in giro”. Verstappen

Pronostici di Formula 1: cosa devi sapere prima di scommettere

Sicuramente la Formula 1 non offre la stessa ricchezza di mercati che vanta ad esempio il calcio, sport molto più popolare sia in Italia che nel mondo. Ad esempio, nello sport più amato dagli italiani, vi sono pronostici particolari come il multigol, le combo, n°angoli e parziali finali. Tuttavia, gli amanti dei motori, oggi saranno felici di scoprire che ci sono bookmaker autorizzati ADM che offrono un ventaglio di pronostici Formula 1 molto ampio e adatto a soddisfare anche le esigenze di un pubblico di nicchia. Si comincia dai più scontati “Vincente Gara” e “Podio non in ordine” e si finisce con i più difficile da azzeccare come “Vincente Giro Veloce” o “Tripletta”.

Quindi, se le vittorie di Verstappen sembrano troppo ovvie, da non valer quasi la pena scommetterci (già record di vittorie in un singolo campionato), si può pensare di puntare su pronostici più difficili e a quota più alta, come quelli che vedrebbero il pilota olandese a caccia di nuovi record, ad esempio il numero di giri veloci in una stagione, detenuto attualmente da Schumacher e Räikkönen a quota 10.

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.