Verona-Juventus, Sarri: “Verona pericolosissimo. Partita palesemente difficile”

Le parole dell’allenatore della Juventus Maurizio Sarri alla vigilia della sfida contro il Verona. Il tecnico toscano ha dichiarato come la partita di domani sarà molto difficile vista la stagione che stanno disputando gli scaligeri.

Domani alle ore 20:45 il Verona ospita al Bentegodi la Juventus nella gara valida per la ventitreesima giornata di Serie A.

 

La partita di domani sul campo degli scaligeri è una di quelle molto complicate, dove la Juventus dovrà impegnarsi al massimo se vorrà portare a casa i tre punti. Il Verona ha fermato sia il Milan che la Lazio questa settimana e sogna un altro grande colpo.

Nella tarda mattinata dalla sala stampa dell’Allianz Stadium, il tecnico della Juventus Maurizio Sarri ha presentato la partita di domani contro il Verona. L’allenatore bianconero ha dichiarato come quello di domani sia un avversario pericoloso, riconoscendo l’ottima annata che sta vivendo la squadra di Juric: “Verona sta facendo grande stagione, è imbattuto da diverse partite, ha un allenatore di altissimo livello: è una squadra pericolosissima. La partita è palesemente difficile questa volta, penso sia chiaro anche ai nostri giocatori che è una partita pericolosissima. Penso che l’approccio sarà di buon livello, poi durante le riunioni andremo a toccare anche questo tema ma mi sembrerebbe di sottovalutare l’intelligenza dei miei giocatori a insistere troppo su questo elemento. Tutti avranno visto la partita contro la Lazio che non è stata altro che una partita tipica del Verona”

La partita è molto delicata e, pur conscio delle difficoltà, Sarri dovrebbe optare ancora una volta per il tridente. Scelta, questa, presa anche grazie al ritorno di Douglas Costa che è tornato a giocare con continuità. Sarri, però, ha dichiarato come insieme alla sua squadra stia lavorando per giocare con più moduli senza problemi: ” La squadra è pronta a interpretare un modulo in relazione ai giocatori che danno maggiori garanzie. Nel momento in cui Douglas era out era più difficile avendo pochi esterni, nel momento in cui a sensazione dello staff sarà più utile tornare al 4-3-1-2 lo faremo. Ci stiamo organizzando per entrambi i moduli quindi siamo pronti a farli entrambi“.

Il tecnico bianconero ha poi affermato come si aspetta maggior apporto in termini realizzativi dal centrocampo. Finora, perfino la difesa ha segnato quanto il centrocampo bianconero e, nonostante Sarri sia contento di avere difensori goleador, vuole che si migliori anche a centrocampo: “In un momento in cui gli attaccanti segnano molto è una cosa di cui possiamo anche fare a meno, chiaramente quando gli attaccanti segneranno di meno diventerà importante realizzare con i centrocampisti“.

Per quanto riguarda gli infortunati, Sarri ha portato buone notizie per quanto riguarda Chiellini che si avvicina al rientro, mentre domani sarà out Danilo ancora alle prese con le ultime cure: “Giorgio alterna lavori individuali e lavori collettivi. Per noi è già tanto, averlo in gruppo in questo momento è tanta roba. Per quanto riguarda le gare ufficiali bisogna pensare giorno per giorno e ascoltare quello che ci dice lui. Le sensazioni individuali in questo momento sono nettamente più importanti di quelle che possono avere medici e chirurghi perché bisogna andare dentro in partita. Quello che conta è che lui è clinicamente guarito. Danilo? Sta finendo le cure, si allena già un po’ in campo chiaramente a parte. Spero che nella prossima settimana possa cominciare a fare qualche allenamento con noi. Non prevedo a questo punto tempi lunghi“.

 

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei