Ufficiale: Ranieri dice addio alla Sampdoria

Claudio Ranieri non sarà più il tecnico della Sampdoria nella prossima stagione. I blucerchiati hanno terminato il campionato con un ottimo nono posto. La partita di stasera contro il Parma sarà, quindi, l’ultima da allenatore per l’allenatore romano. Per lui si parla del Cagliari.

Claudio Ranieri dice ufficialmente addio alla Sampdoria dopo soli due anni. Salvezza più che tranquilla per l’allenatore visto che i blucerchiati occupano la nona posizione. Una stagione davvero straordinaria fatta di 14 vittorie. Ranieri, fresco vincitore del Premio Gentleman come miglior allenatore, dice addio alla società di Massimo Ferrero. Lo ha annunciato ufficialmente lo stesso Ranieri.

Non c’è stato un accordo con la società per il rinnovo. Quindi, viste le condizioni poco favorevoli, l’ex tecnico del Leicester abbandonerà il capoluogo ligure per la prossima stagione. Il match contro il Parma sarà l’ultimo per Ranieri che è già ambito da un’altra squadra di Serie A, il Cagliari. I sardi hanno agguantato la salvezza nelle ultime partite ma la panchina di Leonardo Semplici scricchiola.

Ranieri addio Sampdoria

Ranieri, idea per il dopo Semplici

Il tecnico ex Spal ha un altro anno di contratto con i rossoblù. Eppure potrebbe esserci un cambiamento improvviso sulla panchina isolana. Il presidente Tommaso Giulini vorrebbe un progetto diverso per un Cagliari che si è svegliato solo negli ultimi incontri, rischiando molto. Il sogno sarebbe quello di portare Claudio Ranieri in Sardegna. Un club storico come il Cagliari sarebbe sicuramente un’ottima idea per un tecnico dalla grande esperienza.

Per la nuova panchina della Sampdoria, invece, prende quota l’idea Luca Gotti dell‘Udinese. L’altra ipotesi è legata a Vincenzo Italiano, la vera sorpresa del campionato, che ha portato lo Spezia verso la prima storica salvezza.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione