Ufficiale: l’Ascoli saluta anche Delio Rossi. Al suo posto uno tra Sottil e Rastelli

Un pareggio a Cremona e cinque sconfitte con Pescara, Pisa, Cosenza, Vicenza e Monza, 5 gol fatti e 14 subiti. Questo è il modestissimo ruolino di marcia di Delio Rossi sulla panchina dell’Ascoli, un rapporto iniziato solo lo scorso 29 novembre dopo l’esonero di Valerio Bertotto e interrottosi già nelle scorse ore.

Dopo l’ennesima sconfitta disarmante in quel di Monza, infatti, la società bianconera ha annunciato l’esonero del tecnico riminese e del suo intero staff con il solito comunicato fatto di ringraziamenti e auguri.

Chi sarà ora chiamato per cercare di compiere il miracolo, cioè togliere dai guai una squadra senz’anima, senza gioco e penultima con soli 6 punti, o quantomeno cercare di salvare almeno la faccia?

I nomi che circolano sono almeno tre, per adesso: i più quotati sono Andrea Sottil e Massimo Rastelli, che al momento sembrerebbero in ballottaggio, mentre è più defilato Giuseppe Sannino, che lo scorso marzo lasciò la panchina della Honved, storica squadra ungherese, per tornare dalla famiglia in Italia durante la prima ondata della pandemia.

Improbabile, invece, il ritorno di Valerio Bertotto, così come non è praticabile quello di Roberto Stellone, che ad aprile andò via, in pieno lockdown, per incomprensioni sull’ingaggio.

Quello che verrà sarà il settimo allenatore dell’anno solare a sedersi sulla panchina ascolana: al computo vanno aggiunti anche Guillermo Abascal, Paolo Zanetti e Davide Dionigi.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 28 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureando in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana